L’AQUILA, RATEIZZAZIONE BOLLETTE E CANONI. DE SANTIS: “LA MAGGIORANZA DI CENTRODESTRA SCAPPA”

30 Luglio 2021 15:54

L'Aquila: Politica

L’AQUILA – “Il Consiglio comunale odierno chiamato a discutere, fra gli altri argomenti, la mia mozione per la rateizzazione delle bollette dei consumi di gas e dei canoni di locazione e di compartecipazione, si è sciolto per mancanza del numero legale proprio al momento della discussione dell’argomento”.

Lo scrive, in una nota, Lelio De Santis, capogruppo Cambiare Insieme-Idv al Consiglio comunale dell’Aquila: “Tutti i consiglieri di maggioranza sono fuggiti dal loro dovere, non assumendosi le loro responsabilità e non consentendo la discussione di un argomento delicato che riguarda oltre 4 mila famiglie, che dovrebbero pagare entro agosto ed in un un’unica soluzione somme salate, anche di migliaia di euro!”.

“Ricordo che l’argomento era all’0dg già nel precedente Consiglio e fu rinviato per consentire al Sindaco ed alla Giunta di valutare le soluzioni tecniche, ma evidentemente il motivo era diverso ed oggi si è esplicitato: la maggioranza di centrodestra non vuole ascoltare una richiesta di buon senso che consentirebbe a tutti di pagare il giusto nei modi possibili, con rate sulla base del reddito ISEE”.

“Il Consiglio comunale, scommetto, non si riunirà in agosto ed i problemi saranno solo delle tantissime famiglie che dovranno decidere se mangiare o pagare le bollette! Ma un problema serio riguarderà anche il Comune che rischia di non incassare quanto dovuto, per gli inevitabili contenziosi e per le possibili prescrizioni! Una vergogna indicibile, che offende migliaia di famiglie che aspettavamo comunque una risposta…che l’attuale maggioranza non ha avuto il coraggio di dare”, chiosa De Santis.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: