L’AQUILA, RC SOLUTION ANNUNCIA 10 LICENZIAMENTI: SINDACATI, “ISTITUZIONI SI INTERROGHINO”

18 Dicembre 2023 20:29

L'Aquila - Lavoro

L’AQUILA – “Come sigle sindacali crediamo che le istituzioni abbiano da interrogarsi profondamente se un’impresa presente sul nostro territorio da oltre 10 anni, fornitrice anche di aziende controllate dallo Stato e per di più con il 79% di manodopera femminile, anziché crescere e svilupparsi decide di mandare a casa quasi tutti i dipendenti e chissà con quali prospettive per le 3 persone che resteranno”.

Lo affermano le sigle sindacali Fiom, Cgil, Fim, Cisl in merito alla Rc Solution srl di Roberto Rizza, una piccola azienda metalmeccanica che nello stabilimento dell’Aquila (situato all’interno del Tecnopolo d’Abruzzo) produce cavi, connettori, componentistica elettronica, e tra i suoi clienti vanta anche aziende a controllo statale. Occupa 13 tra lavoratrici e lavoratori, di cui 10 sono donne. Adesso la Rc comunica 10 licenziamenti, il 77% dei lavoratori.

La nota:





Il film degli ultimi anni ci restituisce i seguenti passaggi: nel 2018 avviene la collocazione “spintanea” in part-time di tutte le dipendenti donne chiamate a “dare una mano” all’azienda in difficoltà, con evidente danno a loro carico sia retributivo che contributivo, e anche con impatto sugli importi di cassa integrazione e Naspi, in caso di ricorso agli ammortizzatori sociali.

Il 7 settembre 2023 l’azienda comunica a organizzazioni sindacali e enti la chiusura dell’unità produttiva dell’Aquila con conseguente licenziamento di tutti i dipendenti, procedura poi ritirata a seguito dell’esame congiunto in sede sindacale.

Il 22 settembre 2023 l’azienda richiede l’intervento della Cassa Integrazione Ordinaria per tutti i dipendenti a partire dal 2 ottobre e fino a fine anno, ma nonostante l’impegno sottoscritto dall’azienda ad anticipare l’integrazione salariale, a oggi mancano all’appello parte dell’integrazione di ottobre, tutta quella di novembre e anche lo stipendio intero del mese di settembre.





Arriviamo al 15 dicembre 2023, giorno in cui l’azienda comunica alle organizzazioni sindacali e enti il licenziamento collettivo per 10 lavoratrici! Come previsto dalla procedura di licenziamento collettivo nei prossimi giorni avrà luogo l’esame congiunto in sede sindacale.

Nel frattempo, oltre a valutare con le lavoratrici e i lavoratori azioni da mettere in campo, come sindacati interesseremo immediatamente sia l’Ispettorato Territoriale del Lavoro in merito all’apertura della procedura di licenziamento collettivo mentre è in corso una Cassa Integrazione Ordinaria peraltro non ancora autorizzata dall’Inps, sia il Comune dell’Aquila e la Regione Abruzzo nelle sue varie articolazioni (assessore al Lavoro e consigliera di Parità).

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: