L’AQUILA: ROGO IN CATTEDRALE DURANTE RESTAURO, IN DUE FINISCONO SOTTO PROCESSO

30 Novembre 2022 10:11

L'Aquila - Cronaca

L’AQUILA – Due persone sono state rinviate a giudizio in quanto accusate di aver causato involontariamente un incendio nella cattedrale di San Massimo durante i lavori di restauro.

Si tratta di Luca Farina, originario di Teramo, e Fabio Pigozzi, originario della provincia di Milano.

I due sono dipendenti di una ditta che stava facendo in subappalto dei lavori a San Massimo e sono sotto accusa, sia pure in vesti diverse, per aver adoperato un aspirapolvere non dotato di filtri, come riferisce il Messaggero, e non pulito dei trucioli di legno che si erano depositati durante l’uso e, in particolare, di non aver tenuto lontano lo strumento dai prodotti infiammabili, comportamento che secondo l’accusa provocò il rogo in sagrestia con gravi danni a un coro in legno di notevole valore.





Gli imputati hanno sostenuto che comunque all’aspirapolvere era stata staccata la spina e che quando ci fu l’incendio essi non erano lì da ore. Ma questo non è bastato e quindi ci sarà un processo per chiarire i vari aspetti e le presunte responsabilità. L’Arcidiocesj aquilana è parte civile nel procedimento.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare: