L’AQUILA: SIT-IN EX LAVORATORI INTECS FUORI EMICICLO, ‘SUBITO ASSUNZIONI, FONDI CI SONO’

4 Giugno 2019 11:43

L'AQUILA – “Ci sono richieste d'incontro che non sono state evase, da cui dipende il presente e il futuro di 50 lavoratori. Oggi pretendiamo risposte”.

Per questo motivo, illustrato da Elvira De Sanctis della Fiom Cgil, gli ex lavoratori della Intecs dell'Aquila stanno presidiando palazzo dell'Emiciclo in occasione del Consiglio regionale.

L'incontro con l'assessore regionale alle Attività Produttive, Mauro Febbo, si terrà nel pomeriggio, alle ore 16.

Ad incontrare i lavoratori sono andati i consiglieri regionali dei gruppi di centrosinistra Amerigo Di Benedetto, Sivlio Paolucci e Giovanni Legnini.

Sul tavolo lo stato dell'arte del progetto Space economy, unica ancora di salvezza per reintegrare 50 dei 62 lavoratori che ora percepiscono la Naspi, che scadra' pero' a fine anno.




“Alcuni di loro – precisa la sindacalista – non hanno nemmeno la Naspi, per cavilli burocratici a seguito del loro ricorso, vinto contro il licenziamento”. 

La richiesta dei lavoratori e' l'applicazione del protocollo d'intesa firmato il 4 febbraio tra l'ex presidente vicario della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, e la Thales Alenia Space, che permetterà all'azienda partner Forender 24, start up up aquilana nel settore tecnologico, di assumere i primi 30 ricercatori della Intecs.

Un'opportunità resa possibile dal programma nazionale della Space Economy, a cui la Regione Abruzzo ha partecipato con un investimento di 10 milioni di euro.

“I fondi ci sono, l'azienda pure, pronta ad investire, ovviamente ci sono le professionalità e ad assumere, ma ad oggi nulla si nuove. Non capiamo perché non ci sono passi avanti”, conclude la sindacalista. (f.t.)

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: