L’AQUILA: SMONTATA MOSTRA FOTOGRAFICA DI GRILLO, AL SUO POSTO NUOVE FOTO

27 Settembre 2019 19:36

L'AQUILA – Smontata oggi la mostra fotografica di Roberto Grillo “6 aprile 2019. Ricordo. Memoria. Futuro”, che l'Associazione culturale Segno ha promosso in occasione del Decennale del Sisma del 2009.

“Si tratta di un avvicendamento previsto, per dare seguito alla richiesta del Comune di Castelvecchio Calvisio di poter esporre l'opera di Grillo domenica 29 settembre in occasione della Giornata Nazionale dei Borghi Autentici, nell'ambito degli eventi per il decennale del Sisma”, si legge in una nota.

Dal 10 ottobre prossimo, con presentazione in conferenza stampa il 5 ottobre, verranno esposte lungo Corso Vittorio Emanuele II le foto risultate vincitrici del contest fotografico L'Aquila Nuova: La Rinascita” che l'Associazione ha promosso, selezionando 12 scatti che raccontano la rinascita della città.

“Il messaggio di questa prima iniziativa promossa da Segno – si legge ancora nella nota – viene raccolto e portato avanti dal Comune di Castelvecchio Calvisio, nella convinzione di aver dato alla città dell'Aquila una occasione di riflessione e di presa di coscienza del valore della memoria collettiva, della condivisione e della crescita”.

“Un ringraziamento particolare a Roberto Grillo, per averci onorato di accompagnarlo in questo percorso così impegnativo; a chi ci ha supportato nella logistica e nella realizzazione materiale dell'esposizione. Grazie a coloro che hanno sostenuto la nostra iniziativa, mentre il dibattito si animava e cresceva; grazie a coloro che hanno espresso un'idea diversa sulla mostra, pur nel rispetto delle scelte dell'Associazione”.

“Grazie a L'Aquila, che ha accolto, accettato, meditato, pianto e che ora è giusto che venga celebrata nello sforzo immenso della sua rinascita. Se abbiamo stimolato anche un solo pensiero costruttivo, siamo orgogliosi di esserci riusciti e con questo spirito prepariamo altre iniziative”, conclude la nota.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: