L’AQUILA: UN ANNO FA LA SCOMPARSA DI CELSO CIONI, IL RICORDO AFFETTUOSO DELLA CONFCOMMERCIO

4 Agosto 2021 13:15

L'Aquila: Cronaca

L’AQUILA – E’ trascorso un anno dalla scomparsa di Celso Cioni,  storico direttore regionale di Confcommercio, morto il 4 agosto 2020 a 65 anni a seguito di un malore.

Era stato anche assessore provinciale e candidato sindaco dell’Aquila nelle fila del centrosinistra.

Cioni si era guadagnato nel corso degli anni la stima e l’affetto degli aquilani per le sue battaglie per i commercianti, con proteste eclatanti come quella che lo vide barricarsi negli uffici della Banca d’Italia all’Aquila, contro le maglie troppo strette del credito.

Lo ricorda così in una lettera aperta dirigenti, personale dipendente e tutta la compagine associativa di Confcommercio L’Aquila.

“Una morte avvenuta improvvisamente in un tragico pomeriggio nel quale la grande famiglia Confcommercio di L’Aquila ha dovuto fare i conti con la perdita improvvisa e dolorosa di colui che per decenni ha portato avanti le ragioni delle imprese che l’Associazione rappresenta, nella difesa ad oltranza delle categorie produttive del commercio, del turismo e dei servizi, non solo a livello provinciale ma anche regionale, da quando, nel 2012, era stato chiamato a dirigere anche la Confcommercio d’Abruzzo.”

“Anni di intensa attività sindacale spesi in prima linea non solo nel confronto, spesso duro e difficile con le amministrazioni e le istituzioni locali, regionali e nazionali, ma anche nella partecipazione alla vita associativa, all’ascolto ed al sostegno delle categorie e dei singoli operatori che ne hanno manifestato il bisogno, con un impegno ed una dedizione che erano intrinseci nel suo carattere, ma anche alimentati da una passione maturata sin dagli anni della sua infanzia, a stretto contatto con la realtà commerciale e con un legame speciale nel cuore con il mondo della panificazione, nel segno di una tradizione familiare votata alla pasticceria ed alla produzione del pane.

Mancano la sua presenza, la sua cordialità, la sua umanità, il suo spirito amichevole e la sua capacità di far proprie, raccolte in un credo irrefrenabile, non solo le istanze del mondo produttivo, ma anche la difesa dei valori del nostro territorio e della sua gente.

Ma il suo ricordo resterà per sempre, indelebile, nei cuori di chi ha condiviso con lui un percorso di vita e di lavoro all’insegna dell’amicizia e della collaborazione e nella memoria della nostra Associazione. Ciao Celso, sarai sempre con noi”

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: