L’ARTE NON SI FERMA: 17 EVENTI IN TUTTO ABRUZZO.
BUTTAFUOCO, “SPETTACOLI DAL VIVO PER CHI VIVE”

7 Dicembre 2020 17:32

L’AQUILA – È stato presentato oggi in conferenza stampa il nuovo progetto “L’arte non si ferma” che vede impegnato il Tsa e le compagnie teatrali abruzzesi nell’allestimento di nuovi spettacoli e laboratori teatrali.

Presenti il presidente dell’Ente teatrale regionale, il giornalista e scrittore catanese Pietrangelo Buttafuoco, il direttore Giorgio Pasotti, attore, da poco subentrato a Simone Cristicchi,  il dirigente Giorgio Iraggi e i rappresentanti delle prime Compagnie coinvolte.

Il Teatro Stabile d’Abruzzo ha dato vita al progetto: “L’arte non si ferma” per ribadire il ruolo di alto profilo culturale e sociale che svolge lo spettacolo dal vivo, anche nel tempo sospeso dell’emergenza sanitaria, e per dare forza alla volontà di tutti gli operatori del settore di non soccombere di fronte all’imponderabilità del virus, ma di reagire mettendo in campo idee, creatività e progetti.

Ha parlato di “lavoro collettivo” e di “spettacolo dal vivo che vive” il Presidente Pietrangelo Buttafuoco, ribadendo la volontà del Teatro Stabile di chiamare a raccolta gli artisti e gli operatori teatrali per affrontare con forza il periodo della pandemia guardando al prossimo futuro con ottimismo.

Una grande voglia di teatro e di diffusione della cultura teatrale traspare anche dalle parole di Giorgio Pasotti: “Abbiamo chiesto alle compagnie teatrali del territorio di rimettersi in moto, cominciare a elaborare drammaturgie e ad allestire spettacoli che dovranno essere pronti per la riapertura delle sale. Crediamo che scritturare gli artisti e i tecnici sia la migliore risposta alla chiusura dei teatri, per ogni spettacolo le prove si svolgeranno con la massima attenzione e nel rigido rispetto delle norme vigenti per prevenire il contagio da Covid 19, anche utilizzando le tecnologie e le piattaforme telematiche. La risposta all’appello del TSA è stata incredibile, l’Abruzzo ha una offerta culturale di grande qualità, sono stati vagliati decine e decine di progetti, abbiamo voluto cominciare a evidenziare quelli più sostenibili nel tempo, allestimenti che potranno essere fatti circuitare nelle nostre sale teatrali, nelle piazze e nei luoghi non tradizionalmente adibiti a spettacolo perché pensati con allestimenti agili e trasportabili”.

In questa prima fase sono ben 19 le compagnie teatrali protagoniste e altre se ne potranno aggiungere: associazione Ricordo, Cuntaterra, Teatro del Sangro, Teatro Lanciavicchio, Compagnia dell’alba, Immagina multimedia, Libera Pupazzeria, I Guardiani dell’oca, Volo del Coleottero, Terrateatro, Teatrabile, Fantacadabra, Teatro dei 99, Brucaliffo, Nati nelle note, associazione Laad, New sounds and beyond, Art Girolamo Botta, Il Fiume e la memoria.

17 sono gli spettacoli direttamente prodotti dal TSA e 2 gli spettacoli in coproduzione. Sono previste per la fine del 2020 e nell’anno 2021 220 recite, 2 stagioni di ospitalità (oltre alla Stagione Teatrale Aquilana), 2 laboratori teatrali e l’allestimento della sala del Teatro Cordova di Pescara.

L’arte non si ferma coinvolge circa 122 persone tra artisti e maestranze e vede coinvolte come sede dei lavori le città di Pescara, Sulmona, Giulianova, Avezzano, Tollo, Ortona, Lanciano, Chieti e L’Aquila.

Una novità è rappresentata dal fatto che un gran numero di spettacoli, oltre alla canonica rappresentazione dal vivo, sarà tradotto in video, con uno studiato adattamento per il mezzo televisivo, a cura di Vincenzo Olivieri, le cui riprese avverranno nello splendido Teatro Tosti di Ortona, grazie alla collaborazione della Compagnia dell’Alba e del Comune di Ortona, e trasmessi dalle emittenti regionali più seguite Rete 8 e LAQTV media partner del progetto i cui direttori Carmine Perantuono e Luca Bergamotto hanno preso parola per augurare una collaborazione sempre più importante tra il teatro pubblico e le emittenti televisive nell’intento di coinvolgere un pubblico sempre più vasto. L’Ente Teatrale Regionale Teatro Stabile d’Abruzzo vuole così sottolineare la funzione del Teatro Pubblico che in Italia deve sostenere le tante professionalità che non trovano nello scenario pandemico la possibilità di vivere.

Il progetto nasce dalla volontà del Direttore Giorgio Pasotti di rispettare la prima promessa fatta a sostegno del lavoro teatrale, dalla sensibilità del Consiglio di Amministrazione guidato da Pietrangelo Buttafuoco che, sostenuto dai soci Regione Abruzzo e Comune dell’Aquila, ha voluto investire risorse importanti nel territorio ed è a cura del dirigente dell’Ente Giorgio Iraggi.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: