LAVORO: L’ITALIA E’ TRA I PEGGIORI IN EUROPA PER OFFERTA E REMUNERAZIONE

6 Gennaio 2021 15:54

La situazione salariale in Italia notoriamente non è delle migliori, ma gli ultimi dati evidenziano una situazione di certo più preoccupante del previsto.
Secondo il rapporto sui consumi realizzato da Coop, infatti, nel nostro paese si lavora in media circa 360 ore all’anno in più rispetto ad esempio alla Germania, guadagnando però stipendi più bassi addirittura del 30%. Le paghe in Italia sono infatti le più basse d’Europa, a fronte di una qualità e quantità del lavoro che spesso sono più alte degli altri paesi del Vecchio Continente; il risultato è che più della metà di chi appartiene al ceto medio fa fatica ad arrivare a fine mese, con conseguenze negative sulla qualità della vita.

Dove trovare lavoro in Europa
Il mercato del lavoro italiano non è quindi il più favorevole che si possa trovare in Europa, anzi: ci sono diversi altri paesi dell’Unione in cui trovare un impiego è più semplice e si viene pagati meglio rispetto al costo della vita. Per questo motivo l’eventualità di un’opportunità di lavoro in Europa non può essere scartata a priori, anche se accettarla significherebbe ovviamente uno stressante trasloco, ma basta affidarsi a un operatore specializzato come Bliss Moving, che si occupa di traslochi dall’Italia all’Europa, per ammortizzare il tutto e potersi dedicare al lavoro senza troppi pensieri.
Per quanto riguarda i paesi europei in cui è più facile trovare lavoro, sorprendentemente il luogo con più opportunità al momento è l’Estonia, in particolare la capitale Tallin, ma anche la Norvegia si piazza in una posizione alta della classifica grazie a tassi di disoccupazione particolarmente bassi. Il terzo posto è occupato dal Regno Unito, una delle mete più classiche per i giovani italiani in cerca di lavoro, ma anche Austria, Danimarca e Germania offrono molte occasioni di impiego per chi dovesse cercare all’estero. Menzione d’onore per la Svizzera, molto vicina tra l’altro all’Italia rispetto agli altri paesi menzionati, ma per chi non è svizzero può esserci qualche complicazione in più nel trovare un lavoro.




Imparare la lingua
La decisione di trasferirsi all’estero deve essere supportata da una buona conoscenza della lingua straniera parlata nel paese prescelto.
Uno dei trucchi più immediati per accelerare il processo di apprendimento è quello di immergersi il più possibile nella cultura della nuova lingua, cercando di leggere, scrivere, conversare e addirittura pensare nell’idioma che si vuole imparare. Avere un partner con cui studiare aiuta molto, specie quando si tratta di pratica di conversazione, ma può essere utile anche guardare film e serie tv nella lingua in questione per capire meglio la pronuncia delle parole.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: