LEGA ABRUZZO: “IN 5 ANNI TANTI RISULTATI RAGGIUNTI
E DECINE DI MILIONI PER NOSTRO TERRITORIO”

1 Settembre 2022 16:44

Regione - Politica, Politiche 2022

L’AQUILA – “Il buon Governo della Lega, attraverso una proficua sinergia tra parlamentari abruzzesi e colleghi nazionali, ministri e sottosegretari salviniani, ha portato in Abruzzo e all’Aquila provvedimenti preziosi per la collettività e risorse per diverse decine di milioni di euro: è stato fatto un importante lavoro per la ricostruzione post terremoto del capoluogo regionale. Senza tralasciare fondi per assistenza alla disabilità, edilizia scolastica, operazione sicurezza e dispersione idrica”.

Così il segretario regionale della Lega, Luigi D’Eramo, deputato uscente e capolista al proporzionale alla Camera alle politiche del prossimo 25 settembre, nel tracciare il bilancio di cinque anni della sua attività parlamentare in una conferenza stampa che si è volta stamani all’Aquila nella sede del partito.

Insieme al segretario, l’assessore regionale Pietro Quaresimale, gli assessori al Comune dell’Aquila, Daniele Ferella, Laura Cucchiarella e Francesco De Santis e il presidente dell’Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) della provincia aquilana, Eliana Morgante, nominata ieri sera nel ruolo di coordinatore provinciale del partito.

“Il 25 settembre ci può essere la svolta per l’Italia e per la nostra terra, è importante eleggere quattro parlamentai della Lega, uno per provincia ed ognuno in posizione eleggibile, tutti abruzzesi, competenti e capaci. In tal senso, ringrazio il nostro leader, Matteo Salvini, per avermi dato libertà di scelta, ora tutti insieme, considerando che per lo spirito Lega, siamo tutti candidati, dobbiamo portare a casa un grande risultato con una campagna elettorale di grande spessore”.

D’Eramo è poi entrato nel merito dei risultati ottenuti. Ecco i punti principali.

IL VALORE AGGIUNTO DELLA RAPPRESENTANZA DI UN AQUILANO IN PARLAMENTO:

“Questo territorio, questa città, non eleggeva un rappresentante di Centrodestra in Parlamento da 30 anni. Portare L’Aquila al centro del dibattito politico nazionale non è stata una sfida da poco. Abbiamo portato a casa gran parte degli obiettivi con notevole beneficio sul territorio”.

SBLOCCATA EMPASSE BILANCIO COMUNE L’AQUILA:

“Il primo provvedimento è stato risolutivo per una situazione che vedeva in sofferenza il Comune dell’Aquila nei 10 anni consecutivi al terremoto. Quando non si riusciva a chiudere mai i bilanci di previsione in tempo perché c’era il buco delle minori entrate derivanti dal mancato pagamento delle tasse delle abitazioni inagibili. Con tutti i Governi di Centrosinistra, nonostante L’Aquila fosse governata dal Centrosinistra, non riuscivamo ad approvare in deroga il bilancio di previsione. E sostanzialmente la nostra capacità di spesa era ridotta fino ai mesi di settembre, ottobre. La prima grande battaglia che vincemmo con il senatore Paolo Arrigoni fu quella di riuscire a stanziare una cifra di 20 milioni di euro per coprire le minori entrate del Comune dell’Aquila, permettendo all’amministrazione Biondi, di cui abbiamo fatto sempre parte in maniera determinante, sia nel primo che nella conferma del secondo mandato, di fare una programmazione incisiva sul bilancio di spesa e sulla capacità economica di investimento”.

STABILIZZAZIONE DIPENDENTI RICOSTRUZIONE:

“Uno dei primi emendamenti che sbloccarono l’impasse della stabilizzazione dei dipendenti per gestire la fase della ricostruzione, porta la mia firma. Fu risolutivo per un numero importante di dipendenti che lavoravano nel Comune e nel Cratere e fu un importante impulso nell’elaborazione delle pratiche del terremoto. Negli anni divenne un modello per la stabilizzazione dei dipendenti che man mano venivano assunti per gestire la fase della ricostruzione del terremoto”.

8 MILIONI PER DISABILITÀ E 3 MILIONI PER ASSISTENZA ALUNNI:

“Con Pietro Quaresimale abbiamo portato in Abruzzo 8 milioni per la disabilità e, grazie al nostro ministro Erika Stefani, abbiamo ottenuto 3 milioni di euro per l’assistenza agli alunni disabili”.

48 MILIONI PER DISPERSIONE IDRICA:

“Insieme al vicepresidente della regione, Emanuele Imprudente, abbiamo portato in Abruzzo 48 milioni di euro nell’ambito dei fondi Pnrr, per combattere la dispersione idrica e per risolvere un vero e proprio disagio soprattutto nei mesi estivi, in particolar modo per alcune province, che da decenni si sono trovate a combattere contro lo spreco di risorse idriche”.

MIGLIORAMENTO EDILIZIA SCOLASTICA:

“Con il lavoro del sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso abbiamo ottenuto 40 milioni di euro per le scuole d’Abruzzo, per il miglioramento sismico e per l’efficientamento energetico”.

OPERAZIONE SCUOLE SICURE:

“Un primo segnale di una programmazione più ampia per la sicurezza nelle scuole e per il contrasto allo spaccio delle sostanze stupefacenti, abbiamo costituito un fondo iniziale di 27mila euro”.

CANDIDATI TUTTI ABRUZZESI VOLUTI DAL LEADER NAZIONALE MATTEO SALVINI

In ogni provincia è stato proposto un candidato in una posizione eleggibile. Il leader Matteo Salvini ha dato massima libertà per la composizione delle liste. La Lega ha la possibilità di eleggere 4 parlamentari, due alla Camera con il proporzionale, uno al maggioritario e uno al Senato proporzionale.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: