LEGA, AL VIA IN ABRUZZO CAMPAGNA TESSERAMENTO E RACCOLTA FIRME PER LA TUTELA DEL MADE IN ITALY

26 Maggio 2021 19:08

L’AQUILA – Al via in tutto l’Abruzzo la campagna di tesseramento 2021 alla Lega- Noi con Salvini e alla raccolta firme  per campagna nazionale per la tutela del Made in Italy: l’appuntamento è per sabato e domenica prossima nelle piazze abruzzesi drive saranno allestiti gazebo.

Ad annunciarlo su Facebook è Luca Danaschi, responsabile regionale Organizzazione Lega Abruzzo, che da marzo è stato nominato componente della segreteria regionale dal coordinatore, il deputato aquilano Luigi D’Eramo.

“Stiamo progressivamente allontanandoci dalle fasi più critiche della pandemia ed è tempo, ormai, di tornare a guardarci negli occhi con le dovute precauzioni – scrive Danaschi, responsabile eventi e sicurezza di molti appuntamenti nazionali targati Lega  – In questo fine settimana, il 29 e il 30 maggio, ci vedrete presenti nelle Piazze di tutto il territorio abruzzese con i nostri gazebo informativi sia per la campagna di Tesseramento 2021 che per raccogliere le firme per la tutela del Made in Italy. A breve saranno disponibili tutti i luoghi e gli orari dove potrete trovarci. Ci vedremo in strada e sarà davvero un piacere – conclude Danaschi che è stretto collaboratore del coordinatore regionale D’Eramo.

Per il leader Matteo Salvini quello della raccolta firme per il Made in Italy è una battaglia prioritaria: “Prodotti da laboratorio da Wuhan e dintorni non ne vogliamo –  ha detto Salvini intervenendo alla conferenza stampa organizzata dalla Lega  sull’argomento alla Camera dei deputati – Questa sul made in Italy è una battaglia di civiltà, qui l’Europa è o non serve: il vino è vino, il latte è latte. Vogliamo mettere in mano al nostro sottosegretario all’Agricoltura – ha aggiunto rivolto a Gian Marco Centinaio – Centomila firme lunedì, che dicano ‘giù le mani dal made in Italy’, su questo non esistono mediazioni”.

“Se ci sono finanziamenti a qualcuno che poi si convertono sulla via del vino senza uva e del latte senza latte lo vedremo” ha sottolineato, allargando l’invito a firmare anche al segretario del Pd, Enrico Letta: “A me l’amarone senza alcol mette tristezza, anche Letta venga a firmare nei nostri gazebo”.
 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: