LEGALITA’, SOTTOSCRITTO “PATTO PER LA COSTA”: PROTOCOLLO SICUREZZA PER COMUNI DEL TERAMANO

24 Giugno 2021 18:08

Teramo: Abruzzo

TERAMO – Un patto per garantire legalità e ordine pubblico nei comuni della costa teramana.

È il senso del protocollo d’intesa “Patto per la Costa sicura” che, alla presenza del sottosegretario all’Interno Nicola Molteni, è stato sottoscritto tra la Prefettura di Teramo, la Regione Abruzzo, la Provincia di Teramo e i comuni di Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto e Silvi per far fronte alle situazioni di potenziale pericolo che, soprattutto nelle ore serale e notturne del periodo estivo, possono coinvolgere i territori comunali.

Tutti gli enti firmatari s’impegnano a sottoporre al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica fenomeni di criminalità organizzata, ma soprattutto a mettere in atto progetti mirati a risolvere i problemi di occupazione abusiva e di aree da parte dei nomadi, abusivismo commerciale, di truffe agli anziani e di degrado urbano.

“Il Patto sottoscritto oggi – afferma l’assessore Pietro Quaresimale, delegato alla firma dal presidente della Giunta regionale – vuole essere soprattutto un segnale di attenzione rivolto alla cittadinanza la cui sicurezza rimane uno dei punti centrali dell’azione politica delle amministrazioni. Quest’attenzione si traduce in un più fattivo rapporto di collaborazione tra le forze di polizia e i Corpi delle polizie locali per un controllo continuo e capillare del territorio. Proprio il continuo scambio di informazioni tra questi soggetti può essere la chiave di volta per una maggiore sicurezza sul territorio in favore dei cittadini”.

In questo senso, il protocollo d’intesa sottoscritto affronta tutte le problematiche che possono generare fenomeni di illegalità e di pericolo.

Dalla droga alla movida, dal contrasto alla violenza sessuale ai fenomeni di prostituzione fino all’infortunistica stradale con il fenomeno delle “stragi del sabato sera”: tutti i soggetti istituzionali presenti sul territorio saranno parte attiva per azioni di prevenzione e controllo.

Il protocollo d’intesa prevede infine la costituzione di una Cabina di regia che con cadenza semestrale provvederà alla verifica degli impegni assunti e delle iniziative intraprese.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: