LEGGE ASP: GATTI REPLICA A SCLOCCO

13 Ottobre 2009 00:00

- Politica

Immagine LEGGE ASP: GATTI REPLICA A SCLOCCO

(REGFLASH) Pescara, 13 ott. “La legge si chiama cosi’ perché va letta. L’intervento della cara collega Sclocco mi lascia il dubbio che gli amici del Pd non abbiano letto la legge di istituzione delle Asp (Aziende Pubbliche per i Servizi alla persona)”. Così, l’assessore alle Politiche Sociali, Paolo Gatti, che ha inteso replicare alle dichiarazioni della consigliera Marinella Sclocco. “Ma quale regime di controllo? – riprende l’Assessore – La Regione conserva una mera attività di vigilanza. Ma quale attività vessatoria di liquidazione per i Sindaci? – incalza Gatti – I Comuni non liquideranno le Ipab (Istituzioni di pubblica Assistenza e Beneficenza), ma svolgeranno una normale attività ricognitiva per conferire il patrimonio di quelle già estinte e prive di organi alle Asp. Le finalità della legge, infine, sono chiare: meno poltrone per amici e più servizi sociali efficienti alle persone, diffusi in modo omogeneo su tutto il territorio. Il Pd vuole davvero portare in Commissione e Consiglio una battaglia di retroguardia per riportare le lancette della
Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: