LUNA PARK A L’AQUILA, PROTESTANO RESIDENTI: “ZERO SERVIZI E SICUREZZA, SCELTA AREA INCOMPRENSIBILE”

di Alessandro De Matteis

15 Marzo 2022 14:50

L'Aquila - Cronaca, Gallerie Fotografiche

L’AQUILA – “Degrado, pochi spazi, nessuna uscita d’emergenza, mancanza di servizi igienici”: è polemica per il nuovo Luna Park sorto all’Aquila in zona Acquasanta.

I residenti non ci stanno e nei giorni scorsi si sono rivolti anche alle forze dell’ordine lamentando la scelta di costruire un parco giochi in un’area adiacente allo stadio, poco distante dal cimitero monumentale e dalla caserma dei Vigili del fuoco, recintata e con un solo cancello di accesso per l’entrata e l’uscita, con conseguenti preoccupazioni relative alla sicurezza.

“Troviamo assurdo come un’area recintata, con un’unica porta di accesso, pensata per tutt’altro scopo, venga utilizzata in questo modo barbaro”, denuncia un residente ad AbruzzoWeb.

“È più di una settimana che montano giostre, continuando a riempire spazio, creando così enormi disagi a chi vive qui. Siamo preoccupati, non ci sono uscite d’emergenza e non voglio pensare a cosa potrebbe succedere in caso di eventuali pericoli”.

“Come se non bastasse, l’assenza di servizi igienici di base, che in tempi di Covid lascia ancor più interdetti. Si fa davvero fatica a comprendere questa scelta, resa ancor più di cattivo gusto dalla stretta vicinanza che ha il nuovo parco giochi al cimitero monumentale, luogo di commemorazione per cui va portato rispetto. Abbiamo chiamato polizia e municipale, non c’è stato niente da fare, speriamo vivamente si prendano provvedimenti”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: