LUTTO PER LA SCOMPARSA DI ANTONIO CREMONESE, PRESIDENTE AMBULANTI CISAL MORTO A 70 ANNI

11 Aprile 2021 15:14

PESCARA – Lutto per la scomparsa di Antonio Cremonese, il presidente regionale degli ambulanti Cisal.

Cremonese, 70 anni compiuti a febbraio, si era ammalato di Covid. Tanti i messaggi di cordoglio arrivati in queste ore. Sindacalista tutto d’un pezzo, lo ricordano così i colleghi, era molto apprezzato e stimato, “dotato di grande umanità e semplicità, disponibile, generose e attento alle persone”.

“Questo maledetto virus si è portato via un altro amico – dice Rosario Dalli Cardillo, coordinatore regionale della Cisal Abruzzo – Lo ricordo come una persona di una generosità incredibile, un esempio di dedizione al proprio lavoro, ha dedicato tutta la sua passione alla Cisal, fino all’ultimo giorno, e all’improvviso il Covid l’ha portato via. Ai familiari di Antonio giungano le nostre condoglianze ed il caloroso abbraccio di tutti i componenti della Cisal Abruzzo”.

Il sindaco di Pescara, Carlo Masci, lo ricorda come “un commerciante storico della nostra città, sempre con il sorriso sulle labbra, sempre pronto a risolvere qualsiasi problema, sempre disponibile per trovare soluzioni, sempre in prima linea per rappresentare nel migliore dei modi la sua categoria. Continuo a perdere amici, con lui mi consultai quando l’8 marzo dell’anno scorso, a causa del covid, dovetti d’urgenza decidere di chiudere il Mercato del Lunedì, mi disse ‘fai quello che è giusto per il bene di tutti, io convincerò gli altri’. Così era Antonio, una persona leale”.

“Purtroppo oggi Pescara perde una gran brava persona – scrive l’assessore al Commercio del Comune di Pescara, Alfredo Cremonese – Un amico di tutti, un punto di riferimento per gli ambulanti di Pescara, un uomo leale, sempre pronto a battersi per i diritti della categoria.
Caro Antonio voglio ringraziarti di per la tua vicinanza, per i tuoi preziosi consigli, per il tuo sguardo dolce e rassicurante anche nei momenti di difficoltà e per il grande amore che avevi per il tuo lavoro. Mi dispiace tantissimo e non posso non pensare a tuoi occhi buoni, dolci, leali e per lo spirito costruttivo che ti guidava nell’affrontare qualsiasi questione. Antonio riposa in pace che la terra ti sia lieve cercherò di fare tesoro dei tuoi consigli. Un abbraccio a tutta la famiglia ed agli amici di Antonio”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: