M5S, TAGLIERI CONTRO “ABBANDONO” PETTINARI: “SU CARRIERA POLITICA REGOLE CHIARE, SI DIMETTA”

26 Ottobre 2023 17:46

Regione - Consiglio Regionale, Politica

L’AQUILA – “Apprendiamo dalla stampa dell’allontanamento del consigliere regionale Domenico Pettinari dal Movimento 5 Stelle. Una presa di distanza radicale che arriva, come è accaduto per altri portavoce, allo scadere del secondo mandato. Una storia triste che si ripete. Una storia che, seppur raccontata con parole diverse a seconda di chi la narra, si conclude sempre allo stesso modo: in altri partiti o ricoprendo ruoli che all’interno del Movimento 5 Stelle non posso essere più rivestiti”.

Arriva a chiedere le dimissioni del vicepresidente del Consiglio regionale il capogruppo del Movimento 5 Stelle in Regione Francesco Taglieri, dopo che Pettinari ha annunciato la sua candidatura, a guida di una coalizione civica, alle comunali di Pescara in programma a giugno 2024.





In una nota Taglieri non manca di ricordare i recenti addii, prima quello del consigliere regionale Marco Cipolletti, passato a Fratelli d’Italia, poi quello della ex capogruppo e candidata alla Presidenza della Regione proprio con il Movimento Sara Marcozzi, passata a Forza Italia.

Un nuovo capitolo che si chiude alla vigilia delle elezioni regionali di marzo 2024, con il centrodestra a guida Marco Marsilio, di FdI, alla ricerca del secondo mandato, e la larga coalizione progressista, di cui fanno parte M5s, Pd e tutto il centrosinistra, a sostegno di Luciano D’Amico.

Un’alleanza che Pettinari, con oltre 9.563 preferenze il più votato in assoluto alle regionali del 2019, non ha mai digerito arrivando ormai a definirsi un “cane sciolto”, pur non avendo ancora ufficializzato la fine dei rapporti con il Movimento 5 Stelle.





Taglieri va quindi all’attacco: “Purtroppo – si legge ancora nella nota – per chi ha velleità di carriera politica il Movimento 5 stelle non è il posto giusto, le regole sono ben chiare e chi ha già svolto due mandati in Consiglio regionale non può ricandidarsi né in Consiglio regionale, né alla carica di Sindaco, ma può correre solo come consigliere comunale in una lista M5S. Sono regole chiare, che tutti abbiamo accettato e sottoscritto”.

E rimarca: “Rimane ovviamente la libertà personale ma, se non si è d’accordo con le scelte elettorali del presidente Giuseppe Conte, chi ha professato per anni valore etico, morale e soprattutto rispetto per i cittadini, già da domani dovrebbe consegnare le sue dimissioni dai ruoli ricoperti all’interno del Movimento 5 Stelle e da quelli che sono stati conferiti dagli abruzzesi con il simbolo del Movimento”.

“Una scelta sicuramente sofferta per tutti, ma che porrà fine alle ambiguità e alla poca chiarezza che nel corso degli ultimi mesi hanno investito tanti cittadini abruzzesi e non solo. Se così non dovesse essere dovremmo prendere atto che la conclusione della storia all’interno del Movimento 5 Stelle per il consigliere Pettinari non è diversa da quella dei suoi predecessori Cipolletti e Marcozzi”, chiosa il capogruppo.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: