MADRE E FIGLIA INVESTITE DAL TRENO, A MONTESILVANO LUTTO CITTADINO, SI RAFFORZA IPOTESI SUICIDIO

14 Giugno 2024 14:28

Pescara - Cronaca

MONTESILVANO – Lutto cittadino a Montesilvano, sconvolta per la morte di una donna di 40 anni, originaria di Cuba, e di sua figlia di 10, investite e uccise ieri pomeriggio da un treno nei pressi della stazione ferroviaria. L’ipotesi del gesto volontario si fa sempre più concreta. La donna sposata con un uomo del posto, stava attraversando un periodo molto difficile.

Scrive il sindaco di Montesilvano, Ottavio De Martinis: “La triste e sconvolgente notizia dell’incidente verificatosi nel pomeriggio presso la stazione di Montesilvano, dove hanno perso tragicamente la vita una donna e una bambina, ci hanno indotto ad annullare i festeggiamenti previsti per” oggi, 14 giugno”.





“In segno di profondo cordoglio – aggiunge il sindaco – proclameremo il lutto cittadino per esprimere sentita partecipazione al dolore dei familiari e dei conoscenti delle vittime”.

Le due vittime non avevano documenti. Importanti le immagini della videosorveglianza della stazione per ricostruire la dinamica dell’evento.

A travolgerle il  Frecciarossa 9810, diretto a Milano. Il macchinista non ha avuto la possibilità di frenare ed evitare l’impatto. I due corpi, irriconoscibili, sono  rimasti per diverse ore sui binari in attesa degli accertamenti tecnici degli investigatori, giunti immediatamente sul posto dopo la chiamata di allarme al 112.





Sono stati sentiti due ragazzi che, in lacrime e in forte stato di choc, hanno detto di aver visto la donna con una bambina: “Camminavano sulla banchina quando improvvisamente non le abbiamo più viste”.

I treni Alta Velocità, Intercity e Regionali hanno fatto registrare un maggior tempo di percorrenza fino a 140 minuti.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: