MAGGIORANZA SPACCATA SU STOP SUPER GREEN PASS: ATTESO VOTO EMENDAMENTO LEGA, POSSIBILE DIVISIONE M5S

21 Febbraio 2022 17:02

Italia: Politica

ROMA – Si attende la ripresa della seduta della commissione Affari sociali della Camera, dopo la sospensione dovuta sia al voto di fiducia in Aula sul decreto Milleproroghe, che alla richiesta di sospensione avanzata dalla stessa maggioranza dopo la spaccatura su un emendamento di Alternativa votato anche da Lega e FdI, con il parere contrario del governo e poi bocciato, che mirava a eliminare la quarantena per gli alunni non vaccinati, distinzione con i bambini vaccinati introdotta nel decreto in esame che prevede l’obbligo del Green pass rafforzato per gli over 50.

Ma la Lega è pronta a smarcarsi nuovamente su alcuni suoi subemendamenti che puntano a far decadere l’obbligo della certificazione verde per gli ultra 50enni dopo il 31 marzo, quando scadrà lo stato di emergenza da Covid.

Sulla carta, Lega, FdI e Alternativa non hanno i numeri sufficienti per far approvare i subemendamenti, sui quali c’è il parere contrario del governo. E questo anche se, come sembra, Forza Italia dovesse decidere di astenersi.

Il nodo è però rappresentato dal Movimento 5 stelle: all’interno dei pentastellati, infatti, convivono posizioni diverse, tra cui anche quelle favorevoli all’abolizione “quanto prima” di tutte le restrizioni, compreso il super Green pass. Come conferma il senatore presidente della Commissione Lavori pubblici e Trasporti del Senato, Mauro Coltorti: “Trasversalmente, in Parlamento, si è creato un asse di deputati e senatori, tra i quali sono in prima fila, per eliminare il prima possibile, preferibilmente da subito, ogni restrizione che sta creando enormi contrasti sociali e problemi economici”.

Se alcuni deputati M5s della commissione Affari sociali dovessero votare a favore con Lega e opposizioni, la modifica leghista potrebbe essere approvata.

“Basterebbe il sì di Forza Italia o anche solo di una parte del M5s e l’emendamento passa”, scrive su twitter il deputato leghista Claudio Borghi.

Sono “attenzionati” dalla maggioranza e dal governo, viene spiegato, un emendamento leghista sullo stop al super Green pass per gli over 50 e alcuni subemendamenti, relativi alla stessa materia.  La ripresa della seduta della commissione Affari sociali della Camera slitta alle 17,30.

Nonostante una riunione di maggioranza, non si è ancora trovata la quadra per evitare un spaccatura sull’emendamento della Lega.

Tanto che si è resa necessaria una nuova riunione. Il timore, viene ancora spiegato, è che il tentativo di blitz leghista possa avere successo grazie alle divisioni interne ai 5 stelle, dov alcuni deputati potrebbero votare a favore o astnersi.

In Commissione oggi si dovrebbe votare anche l’emendamento del Movimento 5 stelle che propone la possibilità di fare i tamponi anche nelle parafarmacie. Tema già al centro di divisioni nelle scorse settimane. Il governo ha dato parere favorevole ma il centrodestra sarebbe contrario.

Nella maggioranza, tuttavia, si guarda anche a quando il provvedimento approderà in Aula, dove la Lega potrebbe sostenere nuovamente gli emendamenti sulla quarantena per i bambini non vaccinati, in coerenza con quanto avvenuto in Cdm, dove i ministri leghisti non parteciparono al voto. In Aula la Lega potrebbe scegliere la linea dell’astensione.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: