“MALDICENZE ANCHE NEL PD LOCALE PER MIA RELAZIONE CON SIMONE”, PEZZOPANE, “HO SCELTO L’AMORE”

3 Marzo 2024 11:25

L'Aquila - Cronaca

L’AQUILA – “Non sono stata ricandidata in Parlamento dal mio partito, il Pd, perché ha pesato la sconfitta delle comunali a L’Aquila. Ma sono anche certa di aver pagato un prezzo per aver scelto di amare Simone Coccia Colaiuta, un ex spogliarellista di 24 anni più giovane di me”.





Lo ha affermato in una intervista a Monica Setta nella trasmissione di Raidue, “Storie di donne al bivio”, Stefania Pezzopane, oggi consigliere comunale del Partito democratico all’Aquila, ex presidente della Provincia, ex assessore regionale, ex parlamentare per due mandati.

“Faceva scalpore il fatto che una donna borghese come me, sposata, madre, si fosse innamorata di un giovanotto tatuato che mi corteggiava con una rosa rossa e l’allegria – ha continuato – Me ne hanno dette di tutti i colori: che ero una rincoglionita e che Simone stava con me solo perché ero un personaggio pubblico. Dal Pd nazionale non si è mai levata alcuna voce contraria, ma fra i dirigenti locali la maldicenza su di me c’è stata”.





“Io e Simone siamo stati sottoposti a una pressione infernale e nel marzo scorso ci siamo lasciati. Ma ad agosto siamo tornati insieme e stiamo bene. Abbiamo deciso di non sposarci, ma ci amiamo. Se ho dovuto scegliere tra lui e la carriera politica? Forse si – ha aggiunto – Ho scelto comunque l’amore e tornassi indietro rifarei mille volte la stessa scelta. Continuo a fare politica nel Pd e sempre con passione. Ho ricordi bellissimi come il bacio di Obama. Era venuto in Abruzzo dopo il terremoto e io cercai di fare una foto con lui. Mi vide cosi piccola, si intenerii e mi abbracciò quasi in ginocchio davanti a me. Quella foto ha fatto il giro del mondo”, ha concluso Stefania Pezzopane.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: