MALORE PER CANTANTE DEGLI STADIO CURRERI, E’ IN TERAPIA INTENSIVA

31 Luglio 2021 12:10

Italia: Abruzzo

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Gaetano Curreri, leader degli Stadio, è ricoverato in terapia intensiva dopo essere stato colpito da malore durante il concerto che stava tenendo con i Solis String Quartet venerdì 30 luglio a San Benedetto del Tronto. Le sue condizioni sono stabili. La notizia è stata confermata dal gruppo con un messaggio pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale: “Ciao a tutti: come sapete, Gaetano ha avuto un malore, in questo momento è in terapia intensiva ed è stabile. Domani appena avremo notizie più precise vi terremo informati su questa pagina. Grazie a tutti per l’affetto. Buonanotte”.

Il 69enne è svenuto sul palco poco prima di eseguire le ultime canzoni in scaletta (stava per interpretare Piazza Grande di Lucio Dalla: quando si è accasciato i suoi compagni lo hanno sorretto e alcuni medici presenti sul posto sono subito intervenuti per i primi soccorsi. Il concerto è stato immediatamente sospeso e Curreri è stato trasportato all’ospedale Mazzone di Ascoli Piceno: è stato ricoverato nell’Unità di terapia intensiva cardiologica e i medici si sono riservati la prognosi. Il problema è dunque di origine cardiaca. Nel 2003 Curreri era stato colpito da un ictus, mentre si trovava ad Acireale. Nel 2019 un nuovo malore, senza conseguenze serie.

È arrivato via Instagram l’incoraggiamento di Vasco Rossi a Gaetano Curreri, a cui il Blasco è legato da un’amicizia e una collaborazione che dura da una vita: ha pubblicato sulle sue Storie di Instagram una foto che li ritrae insieme con la scritta “Forza Gaetano! Sei una roccia!”. Tra i successi che Curreri ha firmato con Vasco ci sono pezzi come Ti prendo e ti porto via, Buoni o cattivi e Un senso.

Messaggi di sostegno via social anche da parte di altri colleghi artisti, come Enrico Ruggeri (“Tanta stima, tanto affetto e una preghiera per Gaetano Curreri”) e Roby Facchinetti (“Caro Gaetano tutti i miei più affettuosi auguri, perché tu possa riprendere presto il tuo posto davanti al tuo pubblico”).

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: