MALTEMPO: ALLUVIONE NELLE MARCHE, PAESI ISOLATI, SI TEMONO DISPERSI

15 Settembre 2022 23:21

Italia - Meteo

ANCONA – Una violenta ondata di maltempo si è abbattuta nel pomeriggio in alcune aree delle Marche con pioggia ininterrotta.

Nel Pesarese i vigili del fuoco sono al lavoro nella zona di Cantiano, ma la zona più colpita è Sassoferrato (Ancona), dove alcune persone hanno segnalato di essere rimaste bloccate in casa, allagamenti di locali interrati, smottamenti, corsi d’acqua esondati e alberi caduti a terra.

Decine le chiamate ai vigili del fuoco, che dovrebbero intervenire anche con i sommozzatori. Blackout in diverse zone.

Si teme che ci siano dei dispersi a Cantiano, un paese di poco più di 2.000 abitanti, colpito da una bomba d’acqua che ha trasformato le strade in veri e propri torrenti e trascinato via auto. Non si tratta di persone scomparse, ma che al momento non sono state rintracciate.

I telefoni non funzionano e il sindaco Alessandro Piccini ha lanciato un appello via social, invitando i cittadini a restare in casa. In alcune zone l’acqua è arrivata ai primi pani. Chiuso il passo della Contessa. Sono straripati diversi corsi d’acqua, tra cui il Burano.

“Una bomba d’acqua si sta abbattendo su Cantiano – l’allarme del sindaco – Diversi fiumi sono straripati. L’acqua ha invaso le vie centrali del paese. Diverse zone sono già sommerse. La viabilità comunale è interrotta in diversi tratti. Chiusa la statale direzione Gubbio. Invitiamo la cittadinanza a mantenere la calma ed evitare situazioni di rischio”.

Sul luogo sono intervenuti vigili del fuoco e carabinieri.

Un’altra emergenza è stata segnalata a Pergola, sempre in provincia di Pesaro Urbino, dove una famiglia si è rifugiata all’ultimo piano di una casa e ha chiesto aiuto.

La pioggia violenta, accompagnata dal vento forte, ha causato anche diversi smottamenti e la caduta di piante, in particolare lungo la Flaminia: la strada che collega le province di Pesaro-Urbino e Perugia risulta chiusa al traffico. Sotto la pioggia battente stanno operando i vigili del fuoco e i tecnic dell’Enel.

Il maltempo era stato annunciato da un’allerta gialla emanato dalla protezione civile regionale.

Nella zona pioveva sin dal mattino, ma la situazione è precipitata intorno alle 19: da quanto si è appreso, in poche ore sono caduti circa 300 millimetri d’acqua,
che ha sfiorato i primi piani delle abitazioni e fatto galleggiare alcune auto fino alla piazza centrale di Cantiano.

Anche il sindaco di Serra Sant’Abbondio, Ludovico Caverni, ha chiesto ai cittadini di non uscire di casa e di rifugiarsi ai piani più alti delle abitazioni.

I soccorsi sono coordinati dalla prefettura di Pesaro-Urbino, che stanno operando in condizioni estremamente complesse: vigili del fuoco, carabinieri e volontari della protezione civile sono al lavoro da alcune ore, con il primo obiettivo di verificare l’esistenza di dispersi; alcuni automobilisti, bloccati con le
auto nel fiume d’acqua, sono stati messi in sicurezza.

Domani le scuole di ogni ordine e grado rimarranno chiuse in tutti i comuni dell’area colpita dal maltempo.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: