MALTEMPO: ALPINI L’AQUILA AL LAVORO SENZA SOSTA PER SOCCORSI

5 Febbraio 2012 11:06

L’AQUILA – A circa 36 ore dal primo intervento gli uomini del 9° reggimento alpini dell’Aquila, al comando del Colonnello Riccardo Cristoni, continuano ad essere impegnati nell’operazioni di soccorso alla popolazione della marsica abruzzese duramente colpita dall’eccezionale nevicata.

Grazie all’utilizzo di 18 uomini e 4 mezzi cingolati BV 206, particolarmente idonei al movimento su terreni innevati, gli alpini abruzzesi hanno sgomberato oltre 450 civili rimasti bloccati nei loro veicoli nelle località di Balsorano, Capistrello e Carsoli ed hanno assistito altre 250 persone ferme sull’autostrada A24 e sulla strada statale 82, percorrendo oltre 3000 km.






Significativo anche il soccorso sanitario a favore di civili in gravi condizioni che, grazie anche alla presenza di un team medico militare, ha consentito l’assistenza e il trasporto di 12 pazienti tra: cui alcuni  cardiopatici, dializzati, colpiti da principi di assideramento ed una partoriente. Tutto il personale è stato condotto nei vicini  ospedali di Avezzano e Sora.

Il 9° reggimento sta operando a L’Aquila non solo per l’emergenza neve, svolta sotto il coordinamento della Prefettura dell’Aquila e in collaborazione con i Vigili del Fuoco e le locali Forze dell’Ordine, ma continua a garantire anche la sicurezza della “zona rossa” del capoluogo abruzzese nell’ambito dell’Operazione “Strade Sicure”. Un servizio di vigilanza e controllo che assume particolare importanza alla luce dell’ordinanza di chiusura del centro storico a causa del sovraccarico della neve con conseguente pericolo di distacchi o crolli per i passanti.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: