MALTEMPO: DOPO ALLUVIONE MARCHE, ITALIA ALLA PROVA DELLE ALLERTE METEO

24 Settembre 2022 20:43

Italia - Meteo

ROMA – A dieci giorni dall’alluvione che ha devastato le Marche, l’Italia si prepara ad affrontare un nuovo weekend di allerta meteo che, con ogni probabilità, è destinata a prolungarsi anche per i primi giorni della prossima settimana.

Domani quattro regioni del Centro-Sud – Lazio, Molise, Toscana e Campania – saranno in ‘arancione’, mentre altre dieci – comprese proprio le Marche – in giallo.

Per il momento non si segnalano particolari problematicità anche se la prima pioggia è già arrivata nell’area colpita dalla bomba d’acqua della scorsa settimana.

Il Comune di Senigallia ha invitato i cittadini a mantenere una “vigile allerta”, invitando gli abitanti della zona rossa a “evitare i locali seminterrati e piano strada e di trascorrere la notte tra sabato e domenica ai piani alti, muovendosi solo per effettive e improrogabili necessità”.

Mentre, dunque, proseguono le ricerche dell’ultima dispersa, Brunella, le Marche devono prepararsi all’arrivo di una nuova perturbazione che, inevitabilmente, riporta alla memoria le 12 vittime che hanno perso la vita nella notte tra il 15 e 16 settembre.

Secondo gli esperti, il “maltempo estremo” previsto sulla Penisola almeno fino a martedì potrebbe estendersi anche sul versante adriatico, colpendo quindi anche Abruzzo e Molise.

Intanto oggi un volontario Vab della Toscana, arrivato nelle Marche per contribuire nei soccorsi dopo l’alluvione, è stato investito da un automobilista che ha forzato un posto di blocco. Per fortuna per lui solo tanta paura e una contusione ad una gamba. L’uomo alla guida, invece, è prima fuggito e poi si è costituito ammettendo il fatto. Solidarietà al volontario è arrivata sia dalla Protezione Civile che dal governatore toscano, Eugenio Giani.

“Un gesto grave – le parole del presidente – che nessun senso di esasperazione per la difficoltà della situazione può giustificare, tanto più perché colpisce una persona che sta prestando la sua opera, con generosità e impegno, per assistere quelle comunità così duramente provate”.

Nelle prossime ore, comunque, l’attenzione sarà rivolta a tutto il Paese, dove una vasta area di bassa pressione interesserà dapprima il centro-Nord e successivamente il Sud. Il sindaco di Empoli ha vietato fino a domani qualunque attività all’aperto nei giardini e parchi pubblici, mentre a Genova – proprio a causa del maltempo – una barca in legno è affondata durante la Millevele.

Da questa sera la Protezione Civile prevede precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul Lazio, specialmente sui settori costieri e meridionali, in estensione a Campania, Abruzzo, Molise e Puglia settentrionale.

Dalle prime ore di domani, invece, si prevedono precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul Friuli Venezia Giulia e, dal mattino, i fenomeni, accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento, persisteranno anche su Umbria e Marche.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: