MALTEMPO, TEMPORALI E VENTO FORTE IN ABRUZZO: DISAGI PER STRADE ALLAGATE E ALBERI CADUTI

di Azzurra Caldi

19 Agosto 2022 19:49

Regione - Meteo

L’AQUILA – Strade e case allagate, alberi caduti e conseguenti disagi alla viabilità dalla costa alle aree interne dell’Abruzzo a causa dell’ondata di maltempo che nel pomeriggio, muovendo da Nord, si è abbattuta su buona parte del centro Italia.

Decine le segnalazioni arrivate alla polizia locale e vigili del fuoco che continuano ad operare in diversi comuni.

A Vasto (Chieti), dove era in programma la prima data del Jova Beach Party, è stato necessario sospendere il mega concerto in spiaggia a causa della pioggia e del forte vento. Jovanotti dal palco ha parlato della possibilità di tornare a suonare con l’eventuale miglioramento delle condizioni meteo e gli organizzatori hanno fatto sapere che ogni decisione è rimandata alle ore 21.





Anche dal lungomare di Casalbordino arrivano segnalazioni di disagi, con locali e ristoranti allagati a causa del temporale. Sulla costa intanto continua il forte vento.

Alberi caduti, traffico paralizzato anche a Fossacesia, dove le improvvise raffiche di vento e sostenuti scrosci di pioggia, hanno provocato il cedimento di un grosso albero sulla provinciale Lanciano-Fossacesia, ex SS 524, in una delle curve che caratterizzano l’importante tracciato stradale e di un altro in prossimità con l’innesto con la Provinciale Panoramica, che porta all’area monumentale di San Giovanni in Venere. Solo il caso ha voluto che in quel momento non transitava nessuna auto. Pericolo scampato. Gli alberi caduti, che avevano già mostrato da tempo segni di cedimento, hanno bloccato per circa due ore la circolazione viaria. Sul posto sono subito intervenuti i Vigili del Fuoco di Lanciano, la Polizia Locale e gli Ispettori Ambientali di Fossacesia ed i volontari dello Sprar.

“Come Amministrazione Comunale chiediamo l’immediata verifica da parte della Provincia di Chieti dello stato di salute della vegetazione presente lungo questa trafficata arteria – scrive in una nota il sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, che si è recato subito sul posto assieme all’assessore Giovanni Finoro- È una questione davvero di grande pericolo e di sicurezza che non può essere affatto trascurata”.





Temperature oltre i 30 gradi la scorsa notte, anche in quota, con raffiche di vento che hanno sfiorato gli 80 km orari sulla costa e nell’immediato entroterra, favorendo in qualche caso incendi, e raggiunto i 119
km/h sulla Maiella, in località Majelletta Blockhaus a quota 2003 metri.

“Le temperature massime registrate dalla nostra rete di monitoraggio meteo sono davvero eccezionali perché riferite alla nottata” spiegano dall’associazione Caput Frigoris che
gestisce una rete di stazioni meteo e webcam in tutto l’Abruzzo.

A Pescara alle 3:19 il termometro segnava 31.5 gradi, alla stessa ora le raffiche di vento in città hanno raggiunto i 78 km/h. A Capestrano (L’Aquila), 394 metri sul livello del mare, 33.6°C alle 0:17; la stazione meteo di L’Aquila Monticchio ha registrato una massima di 32,5°C alle 00:24 e una minima di 20,2 questa mattina alle 7.27.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare: