MARIO MAGNOTTA AVREBBE 70 ANNI, MANCANO LE SUE BORDATE

Autore dell'articolo: Roberto Santilli

15 Ottobre 2012 19:33

L’AQUILA – L’avremmo celebrato come si deve per i suoi settant’anni, prelevandolo in casa con un ‘blitz’ all’antica per fargli passare una bella serata in compagnia di amici e ‘adepti’.

Mario Magnotta ieri avrebbe compiuto 70 anni, brindando a una sacrosanta vecchiaia da uomo sempre in forma, sempre impegnato a fare qualcosa, a correre per tenersi vivo.

Ma una triste sera di gennaio del 2009, quel fisico così tirato non ha retto al freddo del mattino e ha ceduto, lasciando tutti senza parole.

Ci mancano le sue bordate, i suoi improperi, i suoi ubriacanti dribbling parlati.





Quante bacchettate avrebbe dispensato in questi giorni di polemiche per l’inagurazione dell’auditorium di Renzo Piano?

Quante critiche senza peli sulla lingua avrebbe riservato alla politica locale e nazionale incapace di farsi carico, sul serio, della disgrazia dell’Aquila?

Non possiamo fare altro che ricordarlo come possiamo, scrivendo di lui appena possibile e continuando a diffondere quelle perle di assoluta genialità a chi non ha ancora avuto il privilegio di ascoltare uno scherzo telefonico capace di entusiasmare dopo 25 anni, come succede alle opere senza tempo.

Buon compleanno, Mario.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!