MASTERPLAN: SINDACI, ”NO A TAGLI PER 10 MLN AD ALTO SANGRO E AREA PARCO”

12 Agosto 2020 18:47

CHIETI – “La rimodulazione del Masterplan non è solo un taglio di 10,5 milioni di euro al nostro territorio difficile da digerire, ma rappresenta una brusca frenata ad un grande progetto sulla mobilità multimodale e sulle piste ciclopedonali che compromette un lungo percorso avviato negli anni scorsi. La scommessa sulla destagionalizzazione del turismo e sul potenziamento dell’offerta verso segmenti che oggi fanno registrare una forte domanda, rischia di fermarsi qui”.

I sindaci dei Comuni di Pescocostanzo, Scanno, Pescasseroli, Roccaraso, Rivisondoli, Opi, Civitella Alfedena, Scontrone, Ateleta, Alfedena, Barrea, Villetta Barrea, Roccapia e il presidente della comunità del Parco Nazionale d’Abruzzo e Molise hanno espresso “forte preoccupazione” al presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio chiedendo “una pronta revisione della decisione” che ha azzerato i fondi per la rete ciclopedonale Barrea-Villetta Barrea-Opi-Pescasseroli (3 milioni di euro), quelli per il percorso ciclopedonale Piano delle Cinquemiglia-Scanno (3 milioni di euro), quelli per la rete ciclopedonale Roccaraso-Rivisondoli-Pescocostanzo (2,7 milioni di euro) e quelli per la rete ciclopedonale Scontrone-Alfedena (1,6 milioni di euro).






I sindaci hanno sottolineato: “prendiamo atto che la Regione ha cancellato il lavoro che questo territorio aveva costruito negli anni scorsi con grande fatica e una certa lungimiranza. In una fase difficile di rilancio come questa, trasmettiamo anche un messaggio all’ esterno particolarmente negativo che non aiuta certamente il turismo. A Marsilio chiediamo di scrivere insieme a noi la rimodulazione e la riprogrammazione dei fondi del prossimo settennato 2021-2027. Deve dimostrare con i fatti che questo territorio sarà al centro della prossima programmazione dei fondi europei, ripartendo dai progetti che ora ha cancellato”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!