MERCATO CASA IN ABRUZZO: PREZZI IN RIBASSO,
PANDEMIA FRENA FASE DI RIPRESA, IL FOCUS

6 Luglio 2020 08:00

L'AQUILA – I prezzi degli immobili in Abruzzo hanno subito un lieve ribasso: A L'Aquila centro 1500 euro a metro quadrato per una casa signorile usata, fino a 2250 euro a metro quadrato per una nuova (flessione -5,1), a Pescara 2400 euro a metro quadrato per una abitazione in centro usata e 4000 a metro quadrato per una nuova (-1,8), a Teramo 1200 euro a metro quadrato per un usato in centro e 1600 per il nuovo (-5,5); a Chieti signorile usato 1000, nuovo 1500 a metro quadrato, medio usato 750, nuovo 1350.

Sono i dati dell'Ufficio studi di Tecnocasa relativi all'ultimo semestre del 2019; il confronto si riferisce ai primi sei mesi dello scorso anno.

Adesso si attendono i primi responsi dell'era post-Covid.




“Non è facile capire come evolverà il mercato immobiliare dopo la pandemia, – spiega Fabiana Megliola, responsabile ufficio studi Gruppo Tecnocasa – soprattutto a livello di prezzi, essendo questi notoriamente più rigidi e lenti a muoversi, sia al rialzo e sia in ribasso”.

“La pandemia è arrivata in un momento in cui il mercato immobiliare era in fase di ripresa, con città particolarmente dinamiche e con prezzi e compravendite in rialzo, soprattutto nelle metropoli. Sicuramente quello che è accaduto ha messo nuovamente al centro la casa”, aggiunge.

“Vediamo più probabile un ritocco verso il basso per i prezzi delle tipologie di bassa qualità che, penalizzate durante la crisi degli anni passati, stavano nuovamente riprendendo valore soprattutto nelle metropoli dove l’offerta è inferiore alla domanda. Chi avrà necessità ed urgenza di vendere potrebbe essere più propenso a ribassare i prezzi. Nelle metropoli abbiamo considerato un leggero peggioramento dei prezzi che potrebbero orientarsi, in linea di massima, verso la stabilità”, conclude.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: