METEO ABRUZZO: PRIMA NEVE IN ALTA QUOTA, DOMENICA PIOGGIA, BEL TEMPO TORNA MARTEDI’

26 Settembre 2020 17:58

L’AQUILA – Mentre la prima neve ha imbiancato le vette del Gran Sasso e della Majella, la circolazione ciclonica attiva sull’Italia determinerà anche domani domenica 27 settembre una perturbazione in risalita dal Tirreno, che coinvolgerà l’ Abruzzo soprattutto dalla tarda mattinata fino a sera, con piogge e rovesci diffusi, localmente anche a carattere temporalesco.

Temperature in deciso calo nei valori massimi, sotto le medie del periodo, con ritorno della neve sull’Appennino alle quote alte, in genere dai 1800-2000 metri, in risalita dal tardo pomeriggio e in serata. Venti deboli o moderati a rotazione ciclonica. Mare mosso o molto mosso al largo.

La situazione meteorologica andrà poi migliorando da martedì e almeno fino a venerdì, grazie ad un temporaneo rinforzo di un campo di alta pressione sulle regioni centrali, con le temperature diurne che torneranno a salire; marcata escursione termica tra il primo mattino e le ore pomeridiane, specie su pianure interne e fondovalle appenninici. Seguirà poi un possibile nuovo peggioramento verso il prossimo fine settimana.





l Dipartimento della Protezione Civile avverte infatti che la perturbazione che ha investito l’Europa centro-meridionale continuerà a colpire l’Italia nelle prossime ore con piogge e temporali su tutto il centrosud.

Sulla base delle previsioni disponibili l’allerta meteo estende quella diffusa ieri e che prevede a partire dalla serata di oggi, 26 settembre, precipitazioni diffuse, localmente anche molto intense e accompagnate da grandinate, fulmini e forti raffiche di vento, sulla Sardegna, in estensione dalle prime ore di domani a Toscana, Lazio, Umbria, Marche, Emilia-Romagna, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

Sempre domani sono attesi inoltre venti di burrasca su Sardegna, Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia. In considerazione dei fenomeni previsti, il Dipartimento ha anche valutato un’allerta arancione su sei regioni: Calabria occidentale, settori meridionali del Lazio, settori settentrionali della Puglia e su alcuni settori di Basilicata, Campania e Sardegna.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!