MONDO DELL’ARTE IN LUTTO: È MORTO IL GALLERISTA E MECENATE ABRUZZESE ALFREDO PAGLIONE

30 Novembre 2022 14:15

Chieti - Cronaca

CHETI – E’ scomparso il gallerista e mecenate Alfredo Paglione. Il Comune di Chieti cinque giorni fa gli aveva tributato la cittadinanza onoraria. Paglione si è spento a 86 anni nella sua abitazione di Giulianova. Per le precarie condizioni di salute non aveva potuto partecipare alla cerimonia in suo onore a Chieti.

Era nato a Tornareccio (Chieti) il 3 marzo 1936. Ha allestito mostre d’arte negli USA, in Canada, in Giappone e in vari paesi del Sud America, oltre che nella sua “Galleria 32”, in Piazza della Repubblica 32 a Milano, diventando il crocevia di tutti i più grandi nomi del panorama artistico nazionale ed internazionale del secondo ‘900.





Paglione è stato, tra le altre cose, il collezionista che più di tutti ha donato all’Abruzzo opere di enorme valore artistico (circa 1500).

“Ho voluto rendere visibile questa mia sfida a favore dell’arte per immagini, della grande arte italiana ed europea, creando nella mia regione un’isola felice per offrire una bellezza da contemplare, soprattutto per i giovani”, scriveva Alfredo Paglione nel volume Una vita per la bellezza, edizioni Crocevia 2016.

La Fondazione Pescarabruzzo nell’esprimere le sue condoglianze, ricorda che Paglione “ha donato l’intera collezione dedicata all’arte figurativa: 131 opere tra dipinti, serigrafie e sculture, dal 2021 esposte in mostra permanente all’Imago Museum di Pescara. Un ricco novero di artisti, ben 73 tra pittori e scultori, attivi soprattutto nella seconda metà del Novecento (tra i quali Ortega, Hernandez, Mensa, Maya, Quetglas della realidadspagnola; Rivers, Caroll, Forrestall e altri tra gli autori nordamericani; Aligi Sassu, Omar Galliani e Ruggero Savinio della scuola figurativa italiana)”.





“Alfredo, oltre alla importante donazione fatta alla Fondazione Pescarabruzzo, ha liberamente offerto le sue opere, acquisite lungo una vita intera, a tante altre istituzioni e musei dell’Abruzzo: Vasto, Atessa, Chieti, all’Università degli studi Chieti-Pescara e tante altre città. La gratitudine della Fondazione per il suo gesto a favore della comunità abruzzese e dei suoi concittadini è infinita. Lascia in eredità le sue opere ma anche tanto di sé: la bellezza di colui che sa guardare oltre, ha dichiarato Nicola Mattoscio, Presidente della Fondazione Pescarabruzzo.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare: