MONTESILVANO: CADAVERE IN ACQUA PARK DISMESSO, INDAGINI IN CORSO PER IDENTIFICAZIONE

5 Dicembre 2022 13:57

Pescara - Cronaca

MONTESILVANO – Un corpo in avanzato stato di decomposizione è stato rinvenuto in mattinata all’interno dell’Acquadisco Splash di Montesilvano, parco acquatico chiuso e abbandonato da oltre dieci anni.

Il decesso, secondo i primi accertamenti, risalirebbe a mesi fa.





Il corpo – probabilmente si tratta di un uomo – è in avanzato stato di decomposizione e in parte ridotto a scheletro. Sarà disposta l’autopsia, che sarà eseguita con una serie di esami specialistici, tra cui quelli entomologici e quelli radiografici, per identificare il soggetto e ipotizzare le cause della morte.

Questa mattina il sopralluogo è stato eseguito dal medico legale Cristian D’Ovidio. Sul posto è intervenuto anche il pm Gabriella De Lucia, oltre ai Carabinieri e i Vigili del Fuoco, che hanno supportato i militari per l’apertura dei cancelli e per l’accesso.

A trovare il corpo sono stati i Carabinieri della Compagnia di Montesilvano, nel corso di un controllo nella struttura. Le condizioni dell’Acquadisco Splash fanno discutere da tempo.





La struttura, spesso usata come rifugio per disperati, è ormai una discarica a cielo aperto.

A maggio scorso il sindaco di Montesilvano, Ottavio De Martinis, aveva firmato un’ordinanza che imponeva ai proprietari di provvedere alla rapida rimozione dei rifiuti e mettere in sicurezza i varchi di accesso della struttura, che negli anni ’90 fu un vero e proprio tempio del divertimento.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare: