MONTESILVANO PIANGE IL DOTTOR PAOLO PISCIONE, MORTO PER ANNEGAMENTO MENTRE NUOTAVA

21 Giugno 2021 09:52

Pescara: Abruzzo

MONTESILVANO – Montesilvano, in provincia di Pescara, piange il medico 66enne Paolo Piscione, responsabile dell’Unità Operativa Semplice Coordinamento Centri Erogazione Servizi (Cers) Area Metropolitana e responsabile della campagna vaccinale anti Covid di Spoltore (Pescara).

Piscione è stato stroncato ieri da un malore mentre nuotava all’altezza dei Grandi Alberghi.

Il fatto è accaduto intorno alle 9,40 tra gli stabilimenti La racchetta e Tamanaco.

La camera ardente è stata allestita presso la casa funeraria Pianacce, via Maesti del Lavoro 33-Silvi I funerali avranno luogo oggi alle ore 16.30 presso la Parrocchia di Samt’Antonio di Padova, a Montesilvano. Lascia la moglie e due figli trentenni.

Sul posto è arrivato il personale del 118 che ha tentato più volte di rianimarlo, ma purtroppo non c’è stato niente da fare. Il medico legale ha quindi accertato la morte per annegamento, causata da un malore. In spiaggia si è precipitato anche il personale dell’aliquota radiomobile dei carabinieri e della capitaneria di porto.

La direzione generale, sanitaria e amministrativa della Asl di Pescara, “esprime sentitamente, a nome di tutto il personale, il proprio cordoglio per la prematura scomparsa del dottor Piscione”.

Il sindaco di Spoltore, Luciano Di Lorito, afferma: “sono scosso dall’improvvisa scomparsa di Paolo Piscione, che in questi mesi aveva messo la sua competenza al servizio dell’Hub vaccinale di Spoltore. Ho personalmente collaborato con lui negli ultimi mesi per portare avanti il piano vaccinazioni. Un servizio reso ottimamente, sempre molto disponibile Ci ho parlato l’ultima volta ieri pomeriggio, sui vaccini per la prossima settimana. Ha anche diretto per molti anni il Distretto Sanitario di Spoltore, ha dato tanto alla nostra comunità. Sono vicino alla famiglia e a tutti i suoi cari in questo momento così difficile. Voglio esprimere il cordoglio mio personale e di tutta la città. Mai come in questo caso è appropriato dire che una persona lascia un grande vuoto”.

Piscione si era laureato in Medicina e Chirurgia a Perugia, nel 1981. Poi le specializzazioni a Roma, Chieti e i corsi di perfezionamento tra i quali quello in Direzione Gestionale delle Strutture Sanitarie a Siena. Sull’amministrazione della sanità pubblica aveva anche conseguito un master di secondo livello nel 2004, sempre a Siena.

Era nato a Montesilvano. Una vita dedicata a prendersi cura degli altri, sempre al servizio della sua regione. La mattina prima di andare a lavorare era solito passeggiare, uscendo di casa anche alle 5 e mezza per andare al mare a prendere le cozze. I colleghi lo ricordano per il suo impegno, le sue continue telefonate, soprattutto in questa fase dell’emergenza sanitaria.

Recentemente aveva perso la sorella, rimasta contagiata dal Covid, e il lutto lo aveva profondamente segnato. In questi giorni stava anche organizzando una cena per tutte le persone impegnate nel Centro Vaccinazioni di Spoltore, di cui era responsabile.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: