MORTE ANNA CARLINI: VIOLENZA SESSUALE E OMISSIONE SOCCORSO, 11 ANNI E 6 MESI A CIURARU; FAMILIARI VS SENTENZA

5 Novembre 2020 11:21

PESCARA  – Hanno violentato barbaramente Anna Carlini, 33enne pescarese con problemi psichici, la notte del 29 agosto 2017 sotto il tunnel della stazione, e l’hanno lasciata morire, avvolta in una coperta, guardandosi bene dal chiedere aiuto.

Ieri il tribunale di Pescara ha condannato a 11 anni e 6 mesi di carcere e all’allontanamento dal territorio nazionale Nelu Ciuraru, il romeno accusato di violenza sessuale e omissione di soccorso aggravata. L’altro imputato, il connazionale Robert Cioragariu, è stato condannato a due anni di reclusione unicamente in relazione al secondo reato.




Sentenza duramente contestata dai familiari della vittima, che si attendevano pene più severe.
del pm Rosangela Di Stefano, aveva chiesto condanne a 14 anni per Ciuraru e a 3 anni per Cioragariu.

Anna era in affido alla sorella Isabella perché affetta da patologie psichiatriche. Anna quella maledetta sera del 30 agosto di due anni fa si allontana da casa, in un momento di distrazione di Isabella. Non era la prima” fuga” di Anna, ma era sempre stata ritrovata.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: