MORTE CARLO DI GIAMBATTISTA, LIRIS, “ADDIO PESCIO’, EMBLEMA DELLA NOSTRA AQUILANITA'”

12 Novembre 2020 17:11

L’AQUILA – “In pochi giorni la città dell’Aquila ha perso due simboli della propria identità. Dopo Adriano Perrotti, anche Carlo Di Giambattista, autentica icona dello sport e della socialità. Una perdita anche questa pesante, che addolora profondamente e che lascia interdetti”. Sono le parole dell’assessore regionale Guido Liris

Noto in città come Pesciò per essere il volto storico di Nuno Gomme, Di Giambattista aveva 56 anni. Lascia la moglie e un figlio.




“Carlo è stato sempre l’amico di tutti, persona di rara energia e giovialità, un amante della vita in tutte le sue forme, simbolo di forza, impegno e coraggio – ricorda Liris – Il suo passato da giocatore di rugby di altissimo livello è testimonianza assoluta dei valori che è riuscito ad incarnare nella sua esistenza. Oggi, come dicono i rugbisti, ha passato la palla: troverà le tantissime persone che lo hanno amato pronte a raccoglierla e portarla avanti. Se possibile, nel suo nome e nel nome di tutte le persone che stanno soffrendo, è giusto moltiplicare ancora gli sforzi che si stanno producendo in questa fase affinché l’epidemia venga contenuta il più possibile e sempre meno famiglie siano costrette a piangere i propri cari. Ciao Carlo, addio Pesciò, emblema della nostra aquilanità”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: