PIZZOLI: MORTE GIANLUCA SARRA, PROMESSA DEL RUGBY. ATTESA PER AUTOPSIA, FARMACI SEQUESTRATI

26 Maggio 2021 09:00

L’AQUILA – Si attendono i risultati dell’autopsia sul corpo del 21enne Gianluca Sarra, trovato senza vita lunedì pomeriggio nel letto di casa sua a Pizzoli, comune ad ovest dell’Aquila.

Fatale sarebbe stato un mix di farmaci, di cui il giovane faceva uso abituale. I farmaci sono stati posti sotto sequestro, nell’ambito dell’inchiesta coordinata dal pm Simonetta Ciccarelli.

L’inchiesta è tesa a far luce anche se Sarra fosse solo oppure in compagnia quando ha assunto la dose letale di farmaci.

L’autopsia è stata affidata all’anatomopatologo Giuseppe Calvisi. Solo dopo il corpo di Gianluca sarà restituito alla famiglia per i funerali.

La tragedia ha gettato nello sconforto l’intera comunità di Pizzoli e dell’aquilano. Gianluca era una persona solare, sorridente e piena di vita, circondato da amici che gli volevano bene. Molto conosciuto nel mondo del rugby essendo stato una promessa di livello nazionale. Gianluca Sarra aveva militato anche nelle giovanili della Polisportiva L’Aquila Rugby.

La vita però non è stata tenera con lui. Una situazione familiare problematica. Il tunnel della dipendenza da sostanze stupefacenti in cui era entrato, ma da cui stava coraggiosamente cercando di uscire. A complicare le cose, una recente condanna ai domiciliari per il furto di una macchina. Avrebbe dovuto da poco cominciare un percorso terapeutico in una comunità nelle Marche, e per questo aveva ottenuto uno sconto di pena.

A trovarlo senza vita i parenti che vivevano vicino alla sua abitazione. L’arrivo degli operatori sanitari del 118 non è però servito ad evitare la tragedia.

Tanti i messaggi di cordoglio, tra cui quello di Alessandro Marozzi, coach della L’Aquila Rugby,  “Questa benedetta palla l’hai passata troppo presto… ti auguro di trovare la pace lassù… la stessa che forse avevi solo su un campo da Rugby” e quella di Umberto Lorenzetti, ex coach della stessa squadra: “Sto pensando a un ragazzo che giocava a Rugby, giocava bene poi… non ha voluto più giocare… quanto mi dispiace, ti voglio bene Gianluca, cerca di giocare lì dove ti trovi…. Sempre forte e determinato… ciao bello”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: