MORTE OPERAIO A MESSINA, INDAGATO VERTICE TOTO COSTRUZIONI, “ATTO DOVUTO, MASSIMA COLLABORAZIONE”

22 Ottobre 2021 20:20

Pescara: Abruzzo

MESSINA – Per la morte di Salvatore Ada, 55 anni, operaio deceduto lo scorso 12 ottobre nell’incidente avvenuto al magazzino di stoccaggio dei cantieri del viadotto Ritiro a Messina, la locale procura ha iscritto nel registro degli indagati  Paolo Toto,  presidente e amministratore delegato della Toto costruzioni generali, che si sta occupando del completamento degli svincoli. Paolo Toto è figlio di Carlo Toto, patron della holding abruzzese che attraverso Strada dei parchi gestisce l’autostrada A24 e A25. Indagati anche l’ingegnere Dan Alpen e il geometra Natale Bommara, rispettivamente direttore e responsabile del cantiere, e la stessa società appaltatrice.

A confermarlo la stessa Toto Costruzioni Generali, sottolineando che gli avvisi di garanzia sono atto dovuto nell’ambito dell’inchiesta aperta in seguito all’incidente in cui ha perso la vita un proprio dipendente.

La Società ribadisce “la propria piena e completa collaborazione con le attività degli inquirenti affinché si faccia piena chiarezza sulla dinamica degli eventi. Il cantiere Ritiro, come tutti i cantieri di Toto Costruzioni Generali, ha sempre adottato ogni possibile misura di sicurezza nel pieno rispetto della normativa vigente”.

L’autopsia sul corpo dell’operaio è fissata per lunedì prossimo. L’uomo è rimasto schiacciato da un new jersey durante le operazioni di carico su un camion.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: