MORTO A MIGLIANICO DOPO LITE CON IL FRATELLO, FAMIGLIA AUTORIZZA ESPIANTO DEGLI ORGANI

21 Gennaio 2021 12:04

MIGLIANICO – Ha autorizzato l’espianto degli organi la famiglia di Matteo Giansalvo, il ragazzo di 18 anni che domenica è stato colpito alla tempia con un rullo usato per la tinteggiatura delle pareti dal fratello Giuseppe al culmine di una lite avvenuta in casa.

Il ragazzo era stato ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale di Pescara. A dare l’allarme proprio il ventunenne. Sul posto è intervenuta in pochi minuti un’ambulanza del 118 di Francavilla, ma accertata la gravità delle condizioni del giovane, è stato richiesto l’intervento dell’elisoccorso che ha trasportato il ferito all’ospedale di Pescara, dove il diciottenne è stato sottoposto immediatamente ad un delicato intervento chirurgico per interrompere l’emorragia interna. Ma dopo due giorni di coma, per Matteo non c’è stato nulla da fare




“Di fronte ad un epilogo così tragico di una vicenda già triste e dolorosa, l’unico atteggiamento da assumere è quello del rispetto, fatto di silenzio e riflessione e, per chi crede, di preghiera”, aveva commentato il sindaco di Miglianico (Chieti), Fabio Adezio.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©



ARTICOLI PER APPROFONDIRE:


    Ti potrebbe interessare:

    Gli articoli più letti in queste ore:

    Do NOT follow this link or you will be banned from the site!