“MUCCA DA CORRIDOIO”, POLEMICA A LANCIANO. PAOLUCCI: “CANDIDATO MARONGIU OFFENDE TUTTE LE DONNE”

8 Ottobre 2021 09:55

Chieti: ELEZIONI 2021

LANCIANO – “Una caduta di stile senza precedenti, che la dice lunga sulla coerenza di un personaggio (e della sua coalizione) che a parole si riempie la bocca di accoglienza e rispetto, ma poi apostrofa una donna definendola ‘mucca da corridoio'”.

Tonia Paolucci, candidato consigliere nello schieramento di centrodestra al Comune di Lanciano, e candidata più votata in assoluto con 801 preferenze personali, stigmatizza la frase pronunciata dal candidato sindaco di centrosinistra Leo Marongiu, nel corso di una trasmissione televisiva andata in onda ieri sera.

“Si dovrebbe vergognare – sottolinea la Paolucci – e mi aspetto che mi chieda scusa per quello che ha detto. Non ha offeso solo me, ma tutte le donne (non solo quelle impegnate in politica) e soprattutto gli elettori che mi hanno dato fiducia. Sono basita anche dal silenzio delle donne candidate con Marongiu, che non hanno minimamente preso le distanze da quelle parole veramente sgradevoli e ignobili”.

“Mi meraviglia ancor di più – continua – che a pronunciare ‘mucca da corridoio’ sia stato un uomo di 40 anni, che si definisce l’incarnazione del rinnovamento. Beh, se questo è il rinnovamento che rappresentano Marongiu e i suoi accoliti, c’è da stare davvero poco tranquilli. Comunque il PD lancianese ha finalmente mostrato la sua vera indole, quella che relega una donna al ruolo di ingombrante soprammobile da corridoio. I cittadini, però, sapranno fare le proprie valutazioni e sono certa che il 17 e il 18 ottobre scriveranno la parola ‘fine’ su questi 10 anni di amministrazione comunale PD, fatta solo di slogan e senza alcun contenuto”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: