MULTE L’AQUILA: SILVERI, ”PROBLEMA ACCANTONATO IN PASSATO, NOI LO STIAMO AFFRONTANDO”

13 Settembre 2019 21:26

L'AQUILA – “Migliorare la vivibilità e l'attrattività del centro storico dell’Aquila è uno degli obiettivi che la nostra amministrazione sta affrontando quotidianamente con dedizione, serietà, e coraggio, perché in politica è molto più facile assecondare ciò che accade piuttosto che progettare e costruire ciò dovrebbe accadere”.

A parlare è il consigliere comunale del Gruppo Misto, Roberto Junior Silveri, che in una nota prende posizione sulla vicenda della raffica di multe in centro storico a favore dell'amministrazione comunale, difendendo la linea condivisa da gran parte della maggioranza avanzata qualche mese fa.

Silveri non nomina mai nel suo comunicato l'assessore alla Mobilità, Carla Mannetti, con la quale ha avuto scontri in passato proprio su temi legati ai trasporti e alla mobilità.

Un gruppo di commercianti ha denunciato disagi, problemi e criticità che si sono creati ieri sera in piazza Duomo: “15 mezzi parcheggiati sono stati caricati e in centro i vigili urbani hanno fatto una raffica di multe, spaventando i cittadini e i turisti presenti che hanno preso la fuga”.






I commercianti hanno quindi richiesto la creazione di un piano parcheggi “adeguato”, da pensare prima di una pedonalizzazione del centro storico, che “così come impostata oggi, crea solo disagi ai commercianti e ai residenti”.

“Non a caso – spiega Silveri, puntando il dito contro la precedente amministrazione, guidata dal sindaco Massimo Cialente – i nostri illustri predecessori hanno sempre preferito accantonare questo problema scaricando tutte le cause al processo di Ricostruzione: 'C'è stato il terremoto: non è colpa nostra se il centro storico è tutto un cantiere. Quando finirà la ricostruzione ce ne occuperemo'. Questo era il mantra che abbiamo ascoltato e subito per 10 anni, e che ci ha consegnato un centro storico senza regole, terra di nessuno dove tutto era lecito, a danno e beffa di residenti, commercianti, visitatori, turisti nonché dell’immagine dell’intera città”.

“Premesso questo sfogo che banalmente descrive il nostro punto di (ri)partenza, oggi con grande difficoltà proviamo anche a far rispettare un principio di civiltà: le regole ci sono e si fanno rispettare. Aree pedonali, parcheggi, divieti di sosta o di transito sono le regole frutto di ascolto, progettualità e coraggio, prodotte da questa amministrazione – aggiunge – Le stesse regole che in pochi mesi hanno consentito a disabili di potersi recare in centro in auto, a famiglie di passeggiare in sicurezza con i propri bambini, a residenti di raggiungere la propria casa con molti meno disagi, a turisti e visitatori di non fare lo slalom tra le auto in manovra”.

“Regole che insieme ad altri interventi stanno migliorando la vivibilità e l’attrattività del centro storico. A dirlo non è lo scrivente, ma il numero crescente di visitatori e turisti in centro storico – prosegue il consigliere – Sono pienamente consapevole che questo è solo il primo di una lunghissima serie di passi: il prossimo passo sarà la riqualificazione e valorizzazione del Megaparcheggio di Collemaggio, perché possa servire a visitatori, turisti e lavoratori. Altri, inoltre, sono gli interventi già in sperimentazione o programmazione che sono e saranno costruiti tutti con lo stesso metodo: dedizione, serietà e coraggio, nel solo interesse della collettività, nel breve, medio e lungo termine, senza mai cedere a pressioni o interessi particolari, ma avendo in mente solo L'Aquila del domani”, conclude Silveri.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: