NASCE A LANCIANO L'”ERASMUS CLUB”, TRA TURISMO E CULTURA

29 Giugno 2021 16:26

LANCIANO – Con “Unlock” riparte il mondo Erasmus a Lanciano (Chieti): le delegazioni provenienti da Romania (capofila con il Complesso nazionale museale “Moldova” di Iasi), Austria, Germania, Grecia, Spagna e Italia, con Abruzzo e Calabria, hanno dato vita al primo “Erasmus Club” internazionale, organizzato da Connect Abruzzo.

Focus su due tematiche di grande attualità post pandemia, cultura e turismo, attraverso la figura professionale del “mediatore museale”, nata a Lanciano qualche anno fa e adottata come “best practice” in 6 nazioni dell’UE.

“Riapriamo, come dice appunto il titolo del progetto, con un binomio che accomuna tutti i partner europei in occasione della ripartenza – spiega Giuseppina Bomba di Connect Abruzzo – dopo il lungo fermo della mobilità transnazionale”.

I 40 ospiti hanno partecipato ad una settimana di formazione che li ha visti impegnati con workshop tematici sul territorio: a Lanciano tra gli orti di Sant’Egidio e il complesso archeologico di San Legonziano, a Fossacesia nell’Abbazia di San Giovanni in Venere e a Crecchio nel castello ducale con il Museo dell’Abruzzo Bizantino ed Altomedievale. Il tutto rispettando le norme anti-Covid, con green pass e tamponi per partecipanti e staff.

“Il nostro progetto prende spunto dall’analisi che l’Ocse ha condotto sul cambiamento del modo di fare turismo, a causa della pandemia – spiega Bomba – È in atto una vera e propria riqualificazione nel settore: non più luoghi affollati ma la ricerca di posti meno frequentati e più inclusivi. Il nostro territorio ha tanto da offrire e l’entusiasmo dei nostri partner al termine del percorso di formazione ce ne dà conferma”.

In terra frentana, dunque, non c’è solo la Via Verde ma sono tanti i luoghi da riscoprire che, grazie anche all’Erasmus Club, altri ospiti conosceranno con il prossimo appuntamento di settembre. “Formeremo giovani e adulti del posto con soft skills, competenze trasversali – conclude Bomba – richieste da tante imprese, dando la possibilità di accedere alla mobilità Erasmus in Germania, a Berlino e Magdeburgo, in Turchia a Smirne e in Spagna nella capitale Madrid”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: