NASCE “ABRUZZO IN AZIONE” CON CARLO CALENDA, SOTTANELLI TORNA IN PISTA

19 Dicembre 2020 15:04

Regione: Abruzzo

TERAMO – “Al lavoro per costruire una Classe Dirigente competente e generosa nel segno del liberalismo sociale e del popolarismo caro a Don Luigi Sturzo”.

Con queste parole il coordinatore regionale di Azione Giulio Sottanelli, ex parlamentare, ha di fatto dato il via all’attività in Abruzzo del Coordinamento composto da 4 delegati provinciali e 6 responsabili dei vari gruppi tematici che, per la verità, sono già al lavoro da mesi per favorire il radicamento sul territorio del partito di Carlo Calenda. Compito  primo  di  questi  organismi  transitori  sarà un  pieno  coinvolgimento  di  tutti  i Gruppi  Territoriali,  l’organizzazione  del  partito  a  livello  provinciale  e comunale  con il coordinamento dell’attività politica sul territorio.

Sono stati individuati i primi livelli di responsabilità ai quali si aggiungeranno tutti coloro che  vorranno  impegnarsi  in  prima  persona e  supportare  il  partito  in  ogni  sua  attività,  a partire  dal  prossimo  tesseramento  e  dall’organizzazione  di  gruppi  di  lavoro stabili  e coordinati. Per la Regione Abruzzo è stato costituito il  Comitato Promotore che da subito coinvolgerà ogni singolo territorio.

L’ORGANIGRAMMA

Tesoriere/Procuratore: Costantino Bortone

Responsabile  Giustizia P.A.  Commercio Nuove Tecnologie: Paolo Nardella

Responsabile Enti  Locali Affari  UE Territorio Trasporti  e  Infrastrutture:  Daniela Aiuto

Responsabile Comunicazione Attività   Produttive Economia

Innovazione Turismo , Pari opportunità, Qualità della vita Terza età: Franca Camplone;

Responsabile Organizzativo: Angelo Pollutri;

Responsabile Protezione Civile, Politiche Giovanili, Professioni: Simone Cococcia.

I Coordinatori Provinciali e membri del Comitato Regionale, sono: a Chieti Alessandro Carbone.  A Teramo Moreno

Fieni . A L’Aquila Giovanni Fracassi. A Pescara Stefano Torelli.  A  breve  verranno  strutturati  i     dipartimenti di  organizzazione,  enti  locali,  comunicazione  e tavoli tematici regionali, aperti alle energie provenienti da tutto il Territorio Regionale.

 

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: