NASCE PORTALE SAPORI DEI PARCHI, 117 PRODOTTI DOC, DOP E IGP

20 Dicembre 2019 15:37

ROMA – Da oggi conoscere e promuovere i prodotti tipici dei 24 Parchi Nazionali italiani sarà più facile: nasce il portale “Sapori dei Parchi” realizzato dal ministero dell'Ambiente in collaborazione con Unioncamere, in cui sono censiti 117 prodotti di qualità tra Doc, Dop e Igp che raccontano e tutelano la biodiversità della nostra terra come i legami di un Capitale Naturale e Culturale unico al mondo. 

L'iniziativa è stata presentata alla presenza del ministro Sergio Costa, del sottosegretario Roberto Morassut e dei presidenti dei Parchi Nazionali, questa mattina all'Auditorium del ministero dell'Ambiente. 

“Il portale 'Sapori dei Parchi' è ospitato all'interno del sito del ministero dell'Ambiente – spiega il direttore generale Gestione Parchi, Maria Carmela Giarratano – all'indirizzo www.saporideiparchi.minambiente.it vuole rappresentare un itinerario di prodotti” quindi “un collettore di informazioni sulle produzioni agroalimentari di qualità dei territori dei Parchi e offre una visione sistemica dell'offerta turistica di queste aree”. 





Nel portale possiamo trovare per esempio il paté di capperi e olive del Parco di Pantelleria, il formaggio Casolet del Parco dello Stelvio, olio di oliva Evo del Parco della Maiella, o i dolcetti alle noci del Parco del Gargano e i pecorini o il miele del Parco del Gran Sasso.

Valorizzare i prodotti tipici dei Parchi Nazionali per il ministero dell'Ambiente significa quindi anche promuovere i territori protetti con le peculiari biodiversità e identità culturali incoraggiando quindi forme di turismo sostenibile collegato all'attività enogastronomica. 

I 24 Parchi Nazionali sono presenti in tutte le regioni ad eccezione del Friuli Venezia Giulia e coprono una superficie pari a circa il 5% del territorio nazionale con quasi 15.000 chilometri quadrati, e interessano 502 comuni, circa il 6% dei Comuni italiani. 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!