NOMINA GATTI: ”SPRECOPOLI ABRUZZO”, IL CASO FINISCE IN PARLAMENTO

11 Dicembre 2019 09:42

L'AQUILA – Il deputato del Movimento 5 Stelle Fabio Berardini porta il caso “Sprecopoli Abruzzo” in Parlamento.

In particolare, ci riferiamo allo spreco della nomina facoltativa dell’avvocato Paolo Gatti alla Corte dei Conti: nomina da un milione di euro.

“È vergognoso che la Regione Abruzzo, al posto di utilizzare le risorse per i cittadini abruzzesi, continui a fare nomine ai soliti noti. Quelle risorse potevano essere investite nella sanità, nelle infrastrutture, nelle manutenzioni o per le persone che hanno perso il lavoro. Invece la Regione Abruzzo, a guida del presidente Marco Marsilio di Fratelli D’Italia, decide di effettuare una nomina facoltativa (e sottolineo facoltativa) alla Corte dei Conti che peserà per 1 milione di euro sulle tasche dei cittadini abruzzesi”, dichiara Fabio Berardini.

“Nel mio intervento ho anche chiesto se Matteo Salvini e Giorgia Meloni fossero contenti e approvassero questa nomina che è stata fatta in gran segreto dal presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri, compagno di partito di Paolo Gatti – continua il deputato – Appare inoltre assurdo nominare in un organo di controllo un politico che non ha alcun requisito di imparzialità, essendo stato a stretto contatto con molti Enti locali che dovrebbe adesso controllare. Il Movimento 5 Stelle si batterà per la revoca di questa assurda nomina in danno dei cittadini abruzzesi e per la revoca della norma dello Statuto della Regione che permette tutto ciò”, conclude Berardini.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: