NUOVA GIUNTA: 4 CONFERME, 2 DONNE, 3 AQUILANI,
I CURRICULUM DEGLI ASSESSORI DEL MARSILIO BIS

11 Aprile 2024 11:27

Regione - Politica

L’AQUILA – Due donne e quattro uomini, dai 50 ai 67 anni di età. Quattro conferme rispetto alla giunta precedente, e due new entry. Tutte e quattro le province rappresentate, ma con un un occhio di riguardo a L’aquila che ottiene tre posti, contro un posto soltanto delle altre tre province. Tre posti a Fdi, uno alla lista del presidente, uno a Forza Italia, e uno alla Lega. Resta da decidere il sottosegretario di giunta.

A seguire il curriculum dei sei assessori regionali della XII legislatura, nominati ieri da Marco Marsilio, riconfermato presidente della Regione, per Fratelli d’Italia.

UMBERTO D’ANNUNTIIS

Umberto D’Annuntiis, 64 anni di Corropoli, in provincia di Teramo, è stato impiegato della Banca Popolare di Bari di Alba Adriatica, è stato dal 1990 a 1999 consigliere comunale di Corropoli e poi sindaco dal 2009 al 2019. Ha ricoperto la carica di presidente dell’Unione dei Comuni della Val Vibrata dal luglio 2012 al luglio 2014, ed è poi stato eletto nel febbraio 2019 per la prima volta in consiglio regionale con Forza Italia, ottenendo la carica di sottosegretario di giunta, per passare poi con Fratelli d’Italia, con cui si è ricandidato il 10 marzo con 7.416 voti. Le sue deleghe saranno Infrastrutture.  Trasporti pubblici locali, Mobilità, Lavori pubblici e Difesa del suolo.

 NICOLETTA VERI’

Nicoletta Verì, 67 anni pescarese, è stata psicologa e psicoterapeuta, nonché coordinatrice di istituti di riabilitazione, e contemporaneamente ha intrapreso la carriera politica, diventano  consigliera comunale di Forza Italia a Pescara, poi consigliera regionale del Popolo delle libertà  dal 2009 al 2014 con il ruolo di presidente della quinta Commissione Affari sociali e Salute. Si è candidata al Senato alle Politiche del 2013 con Scelta civica di Mario Monti, e mancata l’elezione ha aderito alla Lega in vista delle elezioni regionali del 2019 nel momento in cui i salviniani spopolavano con percentuali fino al 35%. Infine ha deciso di uscire dal partito a ridosso delle elezioni di marzo, e si è ricandidata con la lista di Marsilio presidente, non rieletta però con 2.559 voti. Nominata assessore esterna, avrà ancora una volta, nel segno della continuità, le deleghe alla Salute, Famiglia e Pari opportunità.





MARIO QUAGLIERI

Mario Quaglieri, 53 anni di Trasacco, in provincia dell’Aquila è medico chirurgo, Oggi in servizio a partita iva presso la clinica privata San Lorenzo di Avezzano, in passato ha operato per la casa di cura Immacolata di Celano, Villa Letizia dell’Aquila, nell’ ospedale di Castel di Sangro, nella casa di cura Santa Maria di Avezzano, nella clinica Ini di Canistro.
Suo padre Luigi Quaglieri è stato direttore sanitario della Usl provinciale dell’Aquila ed anche sindaco di Trasacco. E il figlio Mario ha seguito le sue orme anche politicamente. Risale infatti al 2007 la prima elezione a consigliere comunale della sua Trasacco, poi a maggio 2012 e fino a ottobre 2018 è diventato sindaco, per due mandati. Nel 2019 si è candidato alle elezioni regionali per Fratelli d’Italia, ed è subentrato come primo dei non eletti in provincia dell’Aquila a Guido Quintino Liris nominato assessore, ha dunque ricoperto la carica il presidente della commissione Sanità e poi è diventato lui stesso assessore regionale al bilancio raccogliendo il testimone di Liris, eletto senatore alle Politiche del 2022
Alle elezioni del 10 marzo ha centrato il record assoluto di voti, 11.754, ed è stato confermato in giunta con le deleghe a Bilancio, Strategia nazionale aree interne, Sport e impiantistica sportiva, Ragioneria, Patrimonio, Erp, Informatica, Sistemi territoriali della conoscenza, Personale, Controllo di gestione enti strumentali e società partecipate.

ROBERTO SANTANGELO

Roberto Santangelo, 43 anni aquilano, ha lavorato con mansioni tecnico-operative nella E-distribuzione spa che opera nel settore dell’energia elettrica, ed è stato anche rappresentante sindacale per la Flaei Cisl. Ha da subito coltivato la passione per la politica, e già a 14 anni militava in Azione giovani, movimento giovanile di Alleanza nazionale, diventandone presidente provinciale a marzo 2009. E’ in seguito diventato dirigente nazionale e presidente provinciale della Giovane Italia, movimento giovanile del Popolo della libertà. Alle elezioni comunali del 2017 è stato promotore della lista civica L’Aquila futura ed stato eletto consigliere comunale.

Due anni dopo la decisione di candidarsi in Regione con la lista civica Azione politica dell’imprenditore Gianluca Zelli, centrando una non scontata elezione. È stato dunque nominato vicepresidente vicario del consiglio regionale.

Alle elezioni comunali dell’Aquila del giugno 2022, Roberto Santangelo, ancora con la sua L’Aquila futura, è stato rieletto con il record di preferenze, 1.196 ed è stato nominato presidente del Consiglio comunale.

Un anno fa l’adesione a Forza Italia di cui subito è diventato un punto di riferimento come confermato dalla rielezione del 10 marzo: Santangelo è stato il più votato in assoluto degli azzurri, con 9.587 voti. Sarà ora assessore con deleghe a Formazione professionale, Istruzione, Ricerca e università, Politiche sociali, Enti locali e Polizia locale, Edilizia scolastica; Beni e attività culturali e di spettacolo.





TIZIANA MAGNACCA

Tiziana Magnacca, 50 anni di San Salvo, in provincia di Chieti, di professione è avvocato, laureata a Siena, e con lo studio aperto a San Salvo dal 2004.
Giovanissima è stata eletta consigliere comunale nel 2007, poi nel 2012 l’elezione a sindaco di San Salvo. È diventata anche presidente della Conferenza dei sindaci dell’associazione Trigno-Sinello che raggruppa 54 comuni e consigliere di amministrazioni della società trasporti Cerella, detenuta al 51% della regione Abruzzo. Nel 2017 la rielezione a sindaco di San Salvo, mentre a giugno 2022  è stata eletta sindaco Emanuela De Nicolis sostenuta da Magnacca, che già aveva fatto due mandati. È stata poi nominata presidente del Consiglio comunale.
Nel 2019 Magnacca ha lasciato Forza Italia per aderire alla Lega, e poi ha lasciato la Lega per entrare in Fratelli d’Italia, in forte accesa. Alle elezioni del 10 marzo ha preso ben 9.635 voti, e come neoassessore ha ottenuto le deleghe alle Attività Produttive (Industria, Commercio e Artigianato), Ricerca industriale; Lavoro.

EMANUELE IMPRUDENTE

Emanuele Imprudente, 49 anni aquilano, è  impiegato dei Vigili del Fuoco, preso il Ministero dell’Interno. Anche per lui una precoce carriera politica, con le forze politiche post democristiane e moderate di centrodestra: dal  1997 al 2004 è stato eletto consigliere provinciale dell’Aquila, e dal  2006 al 2008 è stato membro del consiglio dei delegati e della deputazione
amministrativa del Consorzio di Bonifica Interno “Aterno e Sagittario”. Nel 2002  l’elezione a consigliere comunale dell’Aquila, e a seguire la conferma per un altro mandato. Nel 2017 ancora una rielezione, questa volta sotto i vessilli della Lega, con la storica vittoria del sindaco di Fratelli d’Italia Pierluigi Biondi. Imprudente ha ricoperto la carica di assessore all’Ambiente, poi due anni dopo la candidatura alla Regione, e l’elezioni con oltre 8.700 voti. E’ stato dunque nominato vice presidente della Regione con delega all’Agricoltura. Il 10 marzo la rielezione con  7.028 preferenze e la conferma della vice presidenza di giunta con le deleghe ancora una volta ad Agricoltura, Caccia, Pesca, Sistema idrico e Ambiente.

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: