NUOVO BASKET AQUILANO SUL PODIO DELLA 72ESIMA EDIZIONE DEI GIOCHI GIOVANILI FISEC-FICEP IN AUSTRIA

30 Luglio 2022 15:18

L'Aquila - Sport

L’AQUILA – “Tornano a L’Aquila con una splendida medaglia di bronzo ottenuta nella 72esima edizione dei Giochi Internazionali Giovanili Under 17 Fisec-Ficep, i ragazzi del Nuovo Basket Aquilano!”.

Il club del PalaAngeli, si legge in una nota, è sceso in campo dal 24 al 29 in quella che rappresenta da sempre, fin dal 1948, la più antica rassegna sportiva giovanile internazionale, ogni anno circa un migliaio di atleti provenienti da ogni parte del mondo che è impegnato in una decina di discipline,  vivendo altresì numerosi eventi collaterali: un momento di aggregazione internazionale unico, con un interscambio sportivo, culturale e sociale di altissimo livello.

Il Nuovo Basket Aquilano-Italia ha chiuso la manifestazione con tre vittorie e due sconfitte, superando nella gara per la medaglia di bronzo la Selezione del Portogallo,  scendendo in campo con tutti atleti della nostra città, al cospetto di rappresentative che aggregavano invece elementi da più regioni, selezionati tutto l’anno.

I giochi sono stati vinti dai padroni di casa dell’Austria che hanno superato nella finalissima il Belgio: le uniche due squadre che nelle fasi eliminatorie avevano superato i giovani aquilani, sempre con scarti ridottissimi (-4 con gli austriaci  e -5 con i belgi) e al termine di gare combattutissime e incerte fino alla fine.

Nel corso della splendida Cerimonia di chiusura è stata svelata la sede dell’edizione 2023, la 73^ della storia: appuntamento questa volta in Francia, nel suggestivo scenario di Dunkerque.

Questo il team Nuovo Basket Aquilano, composto dagli atleti Luca Caldarelli, Federico Rivera, Mattia Pettinari, Alessandro Bentivoglio, Alessandro Bologna, Lorenzo Sardo, Stefano Castri, Matteo Serpetti, Lorenzo Ferrante, Alessandro Serani, Emanuele Canossi, Gianmarco Cucchiella e Roberto Andreucci, accompagnati in rappresentanza dello Staff Tecnico del club da Roberto Nardecchia ed Elisa Ghielmi.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: