OMICIDIO AGGRAVATO: CASSAZIONE CONFERMA CONDANNA A 27 ANNI PER 31ENNE DI PAGANICA DI GIAMBATTISTA

1 Settembre 2022 10:40

L'Aquila - Cronaca

L’AQUILA – Alessandro Di Giambattista, 31 anni, originario di Paganica, dovrà scontare  la condanna a 27 anni di reclusione per l’omicidio aggravato di Enrico Andrea Piva, 67 anni, e di incendio doloso dell’abitazione di via Barilotto a Rieti avvenuto nel 2017.

La Corte di Cassazione ha infatti rigettato l’appello dell’imputato confermando la sentenza emessa dalla Corte di Assise di Roma.

Di Giambattista, dopo avere litigato con la vittima, aveva appiccato il fuoco all’abitazione con un accendino, causando un incendio che si era esteso all’intero immobile e aveva causato la morte del pensionato, rimasto intrappolato nell’edificio.





Secondo quanto emerso dal processo, il 31enne abruzzese, allora 26enne, non aveva gradito le parole che l’uomo sembra avesse rivolto alla sua ragazza e così aveva deciso di punirlo dando fuoco a una palazzina dove abitava, in pieno centro storico a Rieti, città dove da poco il giovane aquilano si era trasferito.

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare: