OMICIDIO D’AMICO: RILIEVI DEL RIS DI ROMA SU AUTO E APPARTAMENTO DEL PRESUNTO OMICIDA

6 Marzo 2021 09:16

L’AQUILA – Sviluppi a L’Aquila sulle indagini dell’omicidio di Paolo D’Amico: i  Carabinieri del Ris hanno effettuato rilievi sulle due automobili e sull’appartamento in uso a Gianmarco Paolucci, 25 anni residente alla frazione aquilana di Bagno e domiciliato nel progetto Case della frazione di Sant’Elia, di professione macellaio, arrestato il 2 febbraio con l’accusa di essere lui l’assassino del 55 anni operatore ecologico originario di Roma trapiantato a L’Aquila da anni, ritrovato morto nella sua abitazione isolata nella campagna di Poggio Picenze, comune a pochi chilometri dal capoluogo, nel pomeriggio di domenica 24 novembre 2019, colpito con ventidue fendenti di cesello da legno al petto e poi con una pesante mazzetta da carpentiere alla testa. L’omicidio è stato collocato temporalmente nel venerdì pomeriggio del 22 novembre.

Il sopralluogo dei Ris è stato effettuato alla presenza dell’avvocato Mauro Ceci, legale di Paolucci.

Si attende a giorni la consegna della relazione del perito informatico Davide Ortolano, nominato dal sostituto procuratore Simonetta Ciccarelli,  sui pc del del presunto omicida, volta a verificare le comunicazioni con la vittima avvenute nei giorni a ridosso dell’omicidio

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: