ORTONA: FINANZA SCOPRE FINTE SOCIETA’ SPORTIVE, RICAVI NON DICHIARATI PER OLTRE 700MILA EURO

12 Novembre 2019 15:38

ORTONA – Tre associazioni sportive dilettantistiche qualificate come ente no-profit, poi rivelatesi fittizie perché operavano come vera attività d'impresa, sono state individuate dalla Tenenza di Ortona della Guardia di Finanza nell'attività di contrasto al fenomeno di illegalità nel settore no-profit per evadere il fisco.

Le operazioni ispettive hanno permesso di accertare ricavi non dichiarati per oltre 600mila euro e Iva per oltre 100mila euro.

Per le strutture associative la legge prevede che gli associati abbiano comuni interessi e finalità d'intenti oltre che capacità decisionali e facoltà di voto. Dai controlli effettuati, invece, è risultata una scarsa partecipazione dei “tesserati” alle decisioni inerenti il contesto associativo, una rendicontazione delle entrate e delle uscite imprecisa e una palese commistione dei responsabili di tali enti nella gestione finanziaria delle varie associazioni.

In particolare, dai riscontri eseguiti non è stata evidenziata alcuna reale attività ricreativa o ludica, necessaria per usufruire delle agevolazioni previste dalle leggi.

“Un'attività preventiva delle Fiamme Gialle, nel delicato ramo commerciale, per tutelare quelle iniziative che effettivamente operano nel mondo no-profit senza scopi di lucro, soprattutto a favore dei giovani e delle fasce più deboli – si legge in una nota della Finanza – Il servizio ha il duplice obiettivo di impedire che sotto la veste dell'associazionismo si nascondano forme di elusione in danno al fisco e alle organizzazioni più corrette e, al tempo stesso, di salvaguardare la credibilità e gli scopi sociali di quanti operano nel rispetto dell'osservanza delle regole”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: