ORTONA: MORTA IN CENTRO FAUNA GIOVANE SULA RECUPERATA IN SPIAGGIA

6 Settembre 2022 11:44

Chieti - Cronaca

ORTONA – Sabato pomeriggio con l’ intervento del  Dott. Antonio Di Nardo del competente servizio veterinario della ASL, grazie all’ aiuto determinante di Alessandra Iannascoli,  ornitologa, una giovane Sula, raro e bellissimo uccello marino, è stato prelevato non senza difficoltà, vista la estrema vitalità e forza dello stesso, per essere trasportato subito dalla stessa Iannascoli al Centro Recupero Fauna di Pescara gestito dai Carabinieri Forestali.

A renderlo noto la Stazione ornitologica abruzzese.

Purtroppo le cure del Centro Recupero non sono state sufficienti anche perché, “a causa di probabili difficoltà organizzative o di carenza di risorse umane, è chiuso durante i giorni festivi l’animale è pertanto morto rendendo vano il tentativo di chi ha cercato di salvarlo”.

La Sula è un uccello marino dai colori bellissimi caratterizzato da una grande apertura alare e da una forma particolarmente aereo ed idrodinamica. Comune nel nord Europa, dove nidifica in grandi colonie soprattutto sulle falesie della Scozia e della Norvegia, si nutre esclusivamente di pesce che cattura con picchiate ed immersioni vertiginose, in Abruzzo è stato segnalato pochissime volte e proprio nei giorni precedenti Alessandra Iannascoli ne osservava una a San Vito Chietino.

La Stazione Ornitologica Abruzzese, che nelle ultime due settimane ha recuperato e consegnato al Centro anche altri uccelli in difficoltà, tra cui un grande Astore a Spoltore ed un Lodolaio a Lettopalena, “organizzerà a breve un apposito corso per informare ed istruire chiunque voglia collaborare a recuperare gli uccelli selvatici in difficoltà prima di consegnarli agli Enti competenti per le successive cure”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: