OSPEDALE L’AQUILA: MUCCICONI, “CON OPEN SPACE CORRIDOIO PRONTO SOCCORSO NON PIU’ AFFOLLATO”

22 Febbraio 2024 18:06

L'Aquila - Sanità

L’AQUILA – “Per la prima volta il corridoio del pronto soccorso non è più affollato da pazienti. È con orgoglio che possiamo dare questa notizia dopo l’attivazione dell’open space che ci permette di intervenire in un contesto molto più dignitoso operando con maggiore efficienza”.

Lo fa sapere Angelo Flavio Mucciconi, da gennaio 2023 primario del pronto soccorso dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila, già responsabile pronto soccorso ospedale Val Vibrata di Sant’Omero (Teramo).





Ieri sono state presentate, in conferenza stampa, le novità introdotte nel nosocomio, che comprendono maggiori spazi per accoglienza e attesa al pronto soccorso, ristrutturazione del reparto di neurochirurgia, nuovi macchinari di ultima generazione messi in funzione.

Interventi che arrivano dopo mesi di proteste con  pazienti costretti a lunghe attese sulle barelle e lungo i corridoi, situazioni che continuano ad essere denunciate quotidianamente in tutto il Paese.

Per quanto riguarda il “nuovo” pronto soccorso sono due le principali modifiche apportate, ha fatto sapere la Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, guidata dal manager Ferdinando Romano.





Con la prima, attraverso il recupero di alcuni spazi, è stato allestito un Open Space, un nuovo ambiente destinato ad ospitare i pazienti che, dopo la visita medica in pronto soccorso, restano in attesa di completare cure, esami o di essere ricoverati. L’Open Space, che potrà accogliere fino a 15 posti letto, porrà fine alle attese sulle barelle nei corridoi, con cospicui benefici per i pazienti in termini di comfort, dignità e privacy e con vantaggi nell’organizzazione dell’assistenza per gli operatori sanitari.

Con l’altro intervento al pronto soccorso è stata realizzata una nuova sala d’attesa, riservata agli accompagnatori degli utenti, che si aggiunge a quella, già esistente, in cui sostano i pazienti dopo essere stati valutati al triage e aver ricevuto lo specifico codice d’accesso. Il nuovo assetto logistico favorirà un afflusso più ordinato e una migliore gestione dell’utenza, riducendo in modo significativo situazioni di confusione e sovraffollamento. Il costo totale dei lavori è di circa 40.000 euro.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: