PALAZZO EMICICLO: RISPLENDE NELLA SUA POLICROMA BELLEZZA LA VETRATA DELL’ARTISTA FRANCO SUMMA

di Filippo Tronca

8 Marzo 2018 16:24

L'AQUILA – Complice una bella giornata di sole, risplende in tutta la sua cromatica e geometrica bellezza la vetrata artistica di Franco Summa, di cui è si appena conclusa la messa a dimora, nella navata di palazzo dell’Emiciclo all’Aquila, sede del Consiglio regionale.

Come testimoniano le immagini di Abruzzoweb, i lavori di ricostruzione post-sisma 2009, avviati a gennaio 2016, sono ormai quasi al termine anche negli spazi interni,  profondamente rivisitati, affidati all’associazione di imprese composta dall’aquilana Rosa Edilizia Srl, capogruppo, la sangrina Ricci Guido Srl e la teramana Elettroidraulica Silvi Srl. 

Soddisfatto il presidente del Consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio, che al nostro microfono evidenzia che “la vetrata è un' autentica opera d'arte, rappresenta al meglio la grande luminosità e trasparenza che deve emanare un ente come la Regione, nei confronti della collettività che amministra”.

“Anche per questo intervento – sottolinea Di Pangrazio – è stato fatto un bando pubblico, ed è il coronamento dell'opera di riqualificazione della navata di quello che fu un convento dei Cappuccini. Intervento che ha previsto la rimozione della scalinata in cemento armato, che ingombrava e cozzava nel contesto di un antico edificio”.




L’artista pescarese Franco Summa si è aggiudicato il concorso internazionale indetto dall'istituzione consiliare dal valore di 84 mila euro prevalendo sui progetti di vetrata dell’atriano Bruno Zenobio e milanese Ulrico Mario Schettini, e altri quattro partecipanti. 

I lavori strutturali e l’installazione di tutti gli isolatori sismici sono stati terminati a tempi da record. All’esterno sono state riparate tutte le lesioni e si lavora alacremente al tinteggimento e al restauro degli elementi di pregio. Ultimata anche la realizzazione strutturale della sala convegni e auditorium da 250 posti sotto il piazzale su cui si affaccia il porticato, che diventerà tutt'uno con la villa comunale, senza più barriere e recinzioni perimetrali. 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: