PAPA A L’AQUILA: DOPO FERRAGOSTO 3.500 BIGLIETTI GRATUITI PER COLLEMAGGIO, 1.600 PER PIAZZA DUOMO

INTERVISTA A DON CLAUDIO TRACANNA, "VISITA EPOCALE, NESSUN PONTEFICE PRIMA D'ORA AVEVA APERTO LA PORTA SANTA", "SI RINNOVA MESSAGGIO DELLA RINUNCIA, E NON DEL RIFIUTO DEL PONTIFICATO DI CELESTINO V, PERCHE' QUELLO CHE CONTA NON E' IL POTERE E IL DENARO, MA ESSERE TESTIMONI DEL VANGELO"

12 Agosto 2022 13:31

L'Aquila - Perdonanza 2022

L’AQUILA  – Saranno 3.500 i biglietti gratuiti distribuiti dai parroci in tutti i comuni dell’Arcidiocesi aquilana, da dopo ferragosto, probabilmente dal giorno 20, per poter assistere dalle ore 10, davanti la basilica di Collemaggio, alla visita di Papa Francesco, il 28 agosto, in occasione della Perdonanza celestiniana.

Altri 1.600 biglietti gratuiti consentiranno invece l’accesso a piazza Duomo, dove il Papa arriverà alle ore 9 circa, con priorità data ai familiari delle vittime del sisma, per ora 200 tra questi ultimi quelli che hanno fatto richiesta. Orario massimo di ingesso, sia a piazza Duomo che a Collemaggio, alle 7.45, con elasticità accordata alle persone anziane e ai disabili. Non sarà possibile per le persone trasferirsi da piazza Duomo a Collemaggio, e la Santa Messa potrà essere seguita dai maxischermi. Il Papa potrà essere accolto da tutti gli altri, non muniti di biglietto, lungo il tratto da piazza Duomo a Collemaggio passando per la villa comunale, intorno alle 10, che il Santo Padre percorrerà sulla papamobile, a passo d’uomo.

Il quadro organizzativo aggiornato viene illustrato, nell’intervista ad Abruzzoweb, da don Claudio Tracanna, responsabile Ufficio comunicazioni sociali dell’Arcidiocesi dell’Aquila e della Conferenza episcopale abruzzese e molisana, in merito ai preparativi per la storica visita pastorale di Papa Francesco in città in occasione dell’apertura della Porta Santa della Basilica di Collemaggio.

“Come ha scritto il Vaticano nel programma ufficiale – sottolinea Tracanna -, quella del Santo Padre sarà una visita pastorale, di un vescovo di Roma che va trovare una parte del gregge della Chiesa, nella nostra arcidiocesi. Dal punto di vista storico è un evento epocale: è vero che la Porta santa non c’era nel momento in cui  Celestino V ha concesso l’indulgenza plenaria, nel 1294, ma nessun Papa mai in oltre 700 anni di storia, ha  aperto quella porta durante la Perdonanza. Benedetto XVI l’ha attraversata, nella sua visita del 2009, subito dopo il terremoto, ma perché era l’unica porta di accesso sicura nella basilica in parte crollata la notte del 6 aprile”.

E aggiunge: “Si riaffermerà con la visita del Papa, il grande messaggio di Celestino V, che non ha rifiutato ma ha rinunciato al pontificato, per non compromettersi con il potere, perché per un vicario di Cristo, quello che conta non è il potere e il denaro, ma testimoniare il Vangelo”.

Tornando agli aspetti organizzativi: “è importante sottolineare per un evento così grande, come la visita di Pontefice, lo spazio di Collemaggio, come pure di quello di piazza Duomo sono oggettivamente limitati. Ricordo che papa Giovanni Paolo II fu accolto nel 1980 allo stadio Fattori, e dunque abbiamo dovuto fare delle scelte, dettate da ragioni di sicurezza e ottimale fruibilità. La distribuzione dei biglietti da parte dei parroci è risultata essere la scelta più opportuna, che garantirà efficienza, equità e capillarità. La distribuzione avverrà dopo ferragosto, intorno al 20 agosto, probabilmente, e ne daremo adeguata comunicazione”.

Papa Francesco decollerà in elicottero dall’eliporto del Vaticano con atterraggio  nello Stadio Gran Sasso di L’Aquila (in forma privata) alle 8.45.

A seguire trasferimento in auto a Piazza Duomo dove sarà accolto dal Cardinale Giuseppe Petrocchi, Arcivescovo di L’Aquila, da Marco Marsilio, Presidente della Regione Abruzzo, da Cinzia Teresa Torraco, Prefetto di L’Aquila e da Pierluigi Biondi, Sindaco di L’Aquila

Accompagnato da monsignor Petrocchi, il Santo Padre entrerà in Duomo per una visita privata (la Cattedrale, risulta ancora disastrata dopo il terremoto del 2009.

Alle 9.15, sul sagrato del Duomo il santo Padre rivolgerà un saluto ai familiari delle vittime del sisma, alle autorità e ai cittadini presenti in piazza.

Al termine il trasferimento in papamobile alla Basilica di Santa Maria in Collemaggio.

Dalle ore 10 sul piazzale della Basilica di Collemaggio si celebrerà la Santa Messa, l’Omelia, l’Angelus e infine il Rito dell’apertura della Porta Santa.

Il Santo Padre si congederà alle ore 12.30 e tornerà in auto allo Stadio Gran Sasso con decollo alle 12.45 e atterraggio all’eliporto del Vaticano alle 13.15.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: